Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

ilposto_by_c-busattoVenerdì 26 maggio alle ore 21 sulla facciata di Palazzo San Giacomo
in piazza Municipio

Uno spettacolo tra performance e installazione con proiezioni video e scenografia di luce site-specific

NAPOLI – Venerdì 26 maggio, con uno spettacolo di grande impatto visivo, si conclude la X edizione di Wine&Thecity 2017: sulla facciata monumentale di Palazzo San Giacomo, il palazzo del Municipio, al calar del buio andrà in scena Forme Uniche della Compagnia Il Posto Danza Verticale, la prima compagnia in Italia ad essersi specializzata nelle performance su piani verticali. Difficilmente inquadrabile in generi e categorie, lo spettacolo mescola danza, architetture e suoni, esplorando le relazioni e i confini tra performance e installazione. I corpi danzano poeticamente, sospesi a mezz’aria, volteggiano a molti metri da terra, instaurando un nuovo rapporto con lo spazio insieme alla proiezione video e alla scenografia di luce site-specific.
La danza si spinge verso una metafora scenica delle persone perdute, delle cose che si perdono, appartenute ma non senza ritorno in un eterno pescare. Uno spettacolo che si interroga sulla ciclicità delle cose. Il corpo che danza – la sua forma unica – il cui volume è collegato allo spazio non è che il suggerimento di una forma del moto che appare in un istante per poi perdersi nell’infinito succedersi delle sue varietà”.
Motivo d’ispirazione è Forme Uniche nella Continuità dello Spazio l’opera capolavoro dello scultore Umberto Boccioni. I costumi che si trasformano, disegnati da Lemuria e le scarpe avvolgenti Furoshiki by Vibram entrano nel gioco delle forme e completano la creazione.
Ideato da Wanda Moretti che ne firma la coreografia, con le musiche per sax e live electronics di Marco Castelli Small Ensemble, Forme Uniche approda per la prima volta a Napoli e per celebrare il gran finale del decennale di Wine&Thecity. La serata è realizzata con il Patrocinio e la collaborazione dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Napoli che per la prima volta offre la facciata di Palazzo San Giacomo ad una esibizione ardita e altamente emozionale: lo spettacolo è stato pensato intorno al luogo della performance con una scenografia di luce che personalizza lo spazio scenico rendendolo unico. La scelta del sito è stata voluta per rendere lo spettacolo fruibile da tutti liberamente: una grande azione d’arte pubblica per la città, per chiudere la straordinaria edizione del decennale di Wine&Thecity che in tre settimane, dal 5 al 26 maggio, ha coinvolto e messo in rete più di 100 siti pubblici e privati in una festa mobile, trasversale nei linguaggi, diffusa sull’intero territorio cittadino, all’insegna del motto della rassegna: coltiviamo ebbrezza creativa.

Info
Venerdì 26 maggio ore 21
Piazza del Municipio, facciata di Palazzo San Giacomo
Ingresso libero
www.wineandthecity.it
ufficio stampa: www.dipuntostudio.it 081 681505

La compagnia
La Compagnia Il Posto Danza Verticale + Marco Castelli Small Ensemble è la prima compagnia in Italia ad essersi specializzata nelle performance site specific su piani verticali. Nasce nel 1994 a Venezia, dal sodalizio fra la coreografa Wanda Moretti e il musicista Marco Castelli, al fine di creare spettacoli in verticale che uniscano danza, architettura e musica, fondendo le drammaturgie degli spettacoli ai luoghi nei quali vengono rappresentati e inspirando così nuove idee, riflessioni e prospettive. Il Posto ha partecipato a numerosi Festival Internazionali in Italia e all’estero tra cui Singapore Arts Festival, la Defense a Parigi, Uniteatro Festival in Paranà-Brasile, International Dance Festival a Bangkok, Kuopio Dance Festival in Finlandia, Dance Pei in Reunion Island, Biennale International des Théâtres du Monde a Rabat in Marocco, Lugar a Dança Lisbona, Kaunas International Festival.

Crediti Forme Uniche
ideazione e coreografia Wanda Moretti
musiche per sax e live electronics Marco Castelli
testi Claudia Domenici
wall performers Elena Annovi, Simona Forlani
cinematography Yan Liang by BeautifulChemistry
video editing Gigi Coppola
costumi Lemuria, scarpe Vibram Furoshiki, outfit tecnico Singing Rock
produzione Il Posto 2016, Forte Marghera
www.ilposto.org

alfamarmiDesign e cucina d’autore in scena nello showroom Alfa Marmi

Happy hour con lo chef Eduardo Estatico per Wine&Thecity 10

Giovedì 18 maggio, ore 18.00

Giovedì 18 maggio, dalle ore 18 alle 21, nello show room Alfa Marmi alla Riviera di Chiaia  porta la cucina di Eduardo Estatico chef del Jk Place di Capri e i vini di Altogrado: design, cucina d’autore e vini d’eccellenza per presentare in anteprima le novità di punta della stagione della primavera-estate della storica storica azienda napoletana specializzata nella lavorazione e trasformazione di marmo e granito.
Golden Radix, Spider Green, Cristallo Bianco e Wood White sono i quattro materiali esclusivi che arricchiscono la gamma dei prodotti di Alfa Marmi utilizzati per la progettazione e realizzazione di rivestimenti, pavimenti e bagni. Per l’occasione sarà presentato anche il brand veneto Antolini di cui Alfa Marmi è concessionario, un’azienda di fama internazionale che da oltre 50 anni sostiene lo sviluppo della lavorazione delle pietre naturali e delle nuove tecnologie, punto di riferimento per gli esperti di settore sempre alla ricerca di marmi, graniti e pietre naturali lavorate con stile ed eleganza.
La serata pensata per accogliere solo 100 persone vedrà protagonista Eduardo Estatico, resident chef del J.K. Place di Capri che porterà a Napoli un assaggio della sua cucina raffinata e di territorio. In degustazione un tris di finger food: baccalà al vapore con carciofi, cioccolato bianco, mandarino tardivo; crocchè di genovere con provolone del Monaco, alloro e profumo di cannella; bocconcini di vitello orloff con asparagi, cipollotto e tartufo nero irpino. Nei calici i pregiati vini dell’azienda Altogrado: Altogrado Bianco blend di uve campane per l’80% Fiano e Altogrado Rosso blend di uve campane per l’80% Aglianico.

Alfa Marmi
Nel 1985 i coniugi Michele Allocca e Francesca Faravolo unirono le prime sillabe dei loro cognomi (Al-Fa) per dare il nome all’azienda già avviata negli anni Settanta specializzata nella lavorazione e trasformazione di marmi pregiati. Oggi come allora, il centro aziendale con i laboratori per il taglio, i magazzini per lo stoccaggio e la vendita delle lastre, ha sede a San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli. Sul mercato da oltre 30 anni, Alfa Marmi è considerata una delle più importanti aziende del Sud Italia per la lavorazione e trasformazione di marmo e granito, punto di riferimento per la produzione di opere esclusive per qualsiasi ambiente. Il carattere familiare della gestione si è consolidato nel tempo con l’ingresso dei sei fratelli Allocca, figli di Francesca e Michele: Carmine, Giuseppe, Salvatore, Nunzio, Gabriele ed Elvira. Tutto il processo produttivo si svolge nei laboratori aziendali in cui lavorano oltre 70 dipendenti e addetti alle varie categorie produttive: macchinari all’avanguardia, moderne tecnologie, design e innovazione costituiscono le fondamenta della solidità dell’azienda Alfa Marmi.
Alfa Marmi Riviera di Chiaia, 252 tel 081 408998 alfamarmi.it
Ufficio stampa dipunto studio tel. 081 681505 www.dipuntostudio.it

18425113_10211346188721702_769311592972318960_nDi Valeria Vanacore

La prima degustazione della decima edizione di Wine&TheCity, l’evento enologico più cool del panorama partenopeo degli ultimi anni, si è tenuta ieri sera da Gourmeet. La degustazione tecnica, che ha visto protagonisti tre vini di altrettante aziende del collio sloveno, è stata organizzata da Sarah Al Bukhari e guidata da Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli, e Luigi Salvatore Scala, degustatore Ais. In abbinamento ai vini, i fingers food della resident chef Antonella Rossi.
Vini che si raccontano da sé, dalle note mineralissime, quasi salmastre, di grande bevibilità, parlano di un territorio in cui, tradizionalmente, la coltivazione della vite viene tramandata di generazione in generazione, da secoli. I produttori presenti alla serata, giovanissimi e in gamba, potano la vite dalla tenera età di cinque anni e, dal loro racconto, si evince la grande passione per il loro lavoro e la loro terra.
Il primo assaggio è la Rebula, la ribolla gialla dell’azienda Erzetic. Quasi trecento anni di storia e di lavoro, passati per ben cinque generazioni. Ci troviamo in un lembo di terra collinoso che non lascia spazio a macchinari pesanti. Tutto avviene manualmente, in un contatto diretto tra l’uomo e la natura circostante. Al naso risulta fine, elegante; con un timbro iniziale di fiorellini bianchi,  e la frutta a polpa gialla, croccante e fresca, a completare il quadro aromatico. Coerente anche in bocca. Freschissimo, di grande acidità, con un finale pulito di mandorla fresca. Estivo e stuzzicante. In abbinamento, gambero rosso scottato su crema di fave fresche e granella di pistacchio.
18301821_10211346170161238_5634985451511375741_nSi prosegue con la degustazione del secondo vino, uno Chardonnay dell’azienda Piro Winery. Ci spostiamo a Castel Dobra, al centro del Collio sloveno. Maggiore complessità al naso, frutta più matura, fiori gialli, frutta secca e un leggerissimo sentore di erba e di miele di castagno. Note più calde, quasi esotiche. Buona persistenza in bocca. Da riassaggiare tra qualche anno. In abbinamento baccalà con pancetta croccante su crema di piselli.
La degustazione si conclude con il friulano Jakot (palesemente tokay scritto al contrario) dell’azienda Čarga. Duecentocinquanta anni di storia, nella zona più alta del collio sloveno. Parliamo di vigneti terrazzati, con pendenze considerevoli, fino al 70%. Al naso grande mineralità, pietra bagnata, lievi note tostate e di zafferano. Buona acidità e, nel complesso, di buona bevibilità. In abbinamento marron glacè in porchetta, forse un po’ troppo azzardato.
La degustazione di collio sloveno si conclude da Gourmeet ma prosegue nel week end al Convento di San Domenico Maggiore, che ospita la Banca del Vino di Slow Food, per la prima volta a Napoli. Tutte le info su www.wineandthecity.it.
L’ebbrezza creativa continua…

Foto di Giancarlo de Luca

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

Blind Vision di Annalaura Di Luggo e i Sensi del Vino

Istituto Colosimo #coltiviamoebbrezzacreativa #wineandthecity10

annalaura_199-nero-730x410

Wine&Thecity entra per la prima volta nell’Istituto Paolo Colosimo per non vedenti e ipovedenti di Napoli in occasione del progetto fotografico-performativo Blind Vision di Annalaura di Luggo, a cura di RaisaClavijo. Il pubblico sarà guidato lungo un suggestivo percorso espositivo che comprende l’installazione multimediale creata nel buio, l’opera tattile “Essence”, la mostra fotografica “A Journey of Light” e il documentario Blind Vision diretto da Nanni Zedda in scena nel teatro barocco dell’Istituto. La mostra è occasione per visitare un luogo denso di storia e sconosciuto ai più, fondato nel 1892.

A fine percorso i sommelier dell’Ais Napoli guidati da Tommaso Luongo condurranno una degustazione di vini dell’azienda Di Meo di Salza Irpina con l’aiuto dei ragazzi ospiti dell’istituto sollecitando i diversi sensi del vino.

10 Maggio

Dalle 17 alle 19 Istituto Colosimo, Via Santa Teresa degli Scalzi n.36

Visita guidata e degustazione

Ingresso gratuito, donazione a sostegno delle attività dell’istituto di min. 10 euro.

adiluggoart@gmail.com – tel. 342 0848384 www.ipsiapaolocolosimo.it

È consigliata la prenotazione perché l’accesso è consentito solo con tour guidati di gruppo con partenza alle 17 e alle 18.

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

I Vini del Collio Sloveno da Gourmeet #coltiviamoebbrezzacreativa #wineandthecity10

visnjevik_erzetic_home_big650-1-730x410

Alla scoperta dei vini del Collio Sloveno e di un territorio di straordinaria bellezza, da sempre vocato alla produzione enologica.

Tre cantine e tre vini in degustazione abbinati ai finger food della chef Antonella Rossi.

A raccontare il Collio Sloveno, la terra di Brda, e a guidare la degustazione Tommaso Luongo e Luigi Scala.

Le aziende sono Piro Winery, la storica Čarga 1767 e Erzetič 1725 famosa per la maturazione dei vini nelle grandi anfore di argilla che vengono sepolte nel terreno secondo la vecchia tradizione.

In degustazione:

Jakot 2016 Čarga 1767

Rebula 2016 Erzetič 1725

Chardonnay 2016 Piro Winery

9 Maggio, ore 20 Gourmeet, via Alabardieri n.8 Ingresso 20 euro.

10% di sconto per i possessori della W&TC Card

Posti limitati, si consiglia la prenotazione

info@gourmeet.it tel 081 7944131- 366 3366654 www.gourmeet.it

Aspettando Wine&Thecity Decima Edizione!

Pubblicato da aisnapoli il 23 - febbraio - 2017Versione PDF

cardCari amici di Wine&Thecity,

come sapete stiamo lavorando alla X edizione della rassegna
che avrà un ampio cartellone di appuntamenti culturali.
Location inedite, progetti ed ospiti speciali arricchiranno
Wine&Thecity dal 5 al 26 maggio 2017

Vi invitiamo a visionare il nostro sito web ed in particolare la pagina dedicata alla
Wine&Thecity CARD, dove potete trovare la lista degli indirizzi convenzionati,
i vantaggi e gli sconti riservati ai possessori della CARD:
http://www.wineandthecity.it/ card/

Vi ricordiamo che la CARD è numerata e nominale, ha la durata di 1 anno e
soprattutto ha l’obiettivo di sostenere Wine&Thecity.
Sarete inoltre informati prima degli altri sul Programma e
potrete accedere ad alcuni eventi riservati.

Per saperne di più vi invitiamo domani mattina venerdi 24 febbraio dalle ore 8.00
da Moccia Bar a Piazza Amendola 1
dove potete sottoscrivere la Card e bere un caffè offerto da noi!

Puoi sottoscrivere la Tua Card anche presso:
Hart: Via Crispi, 33
Mangiafoglia: Via Carducci, 32

Mabruk e20: Largo Ferrandina, 1

Alessandra Libonati Jewels: Vico II Alabardieri, 27

Angelo Marino: Via Domenico Morelli, 14/16

Libreria iocisto: Via Cimarosa n. 20 (Piazza Fuga)

oppure presso gli uffici di Wine&Thecity in via Crispi 116
dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00. Per informazioni 081 681505

Sottoscrivi la Tua Card con soli 10 euro
e vivi la città di Wine&Thecity!

Seguite Wine&Thecity su tutti i canali social e condividete con noi le vostre esperienze
con Foto e Commenti utilizzando l’hashtag #wineandthecity2017

Wine&Thecity 2016: doppio appuntamento alla Sanità. Il 15 e il 21 alla Basilica di San Gennaro Fuori alle Mura e il 20 alla Basilica di Santa Maria alla Sanità.

Catacombe San GennaroPer Wine&Thecity la Sanità food, il ponte creativo della giornalista enogastronomica Monica Piscitelli con il Rione Sanità propone un doppio appuntamento.
Per l’edizione 2016 con due eventi tesi a finanziare la Casa dei Cristallini e le attività della Fondazione San Gennaro.
Il 15 e il 21 maggio, con la sinergia tra campaniachevai.it di Monica Piscitelli e l’Associazione Italiana Sommelier delegazione di Napoli guidata da Tommaso Luongo l’appuntamento è con “Wine and San Gennaro”. L’iniziativa, alla sua terza edizione, coniuga i vini rossi del Consorzio di Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri con l’imponenza della Catacombe di Napoli aperte per l’occasione in orario serale su due turni.
Visita (tre turni a partire dalle 18,00) alle Catacombe di San Gennaro Fuori le Mura e degustazione, accompagnata dai sommelier dell’Ais Napoli e dagli assaggi della Pizzeria Oliva Concettina ai tre Santi di Via Arena alla Sanità, contribuiscono ai progetti sul territorio rionale della Fondazione San Gennaro. Costo 15 euro. Info e prenotazioni tel 081 7443714 prenotazioni@catacombedinapoli.it.

13226785_10209472325029582_4383623259901479098_nIl giorno 20 (ore 18,00), invece, con la installazione delle artiste Mary Cinque e Susy D’Urzo nel Chiostro di Santa Maria alla Sanità (Piazza Sanità) viene presentato, nell’ambito di Wine&Thecity, Magnà gli ingredienti Giusti, il laboratorio di disegno alimentare della Casa dei Cristallini. L’appuntamento è alle ore 18,00 e fino alle 20,00.
Donazione, mostra, tasting di vini del Consorzio di Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri accompagnati dai taralli ‘nsogna e pepe (del Tarallificio Esposito della Sanità) e visita alle splendide Catacombe di San Gaudioso (fino al 25 maggio): 15 euro. Info e prenotazioni tel 081 7443714 .prenotazioni@catacombedinapoli.it

Ideato e gestito da Assunta D’Urzo e Mary Cinque, Magnà gli ingredienti Giusti, consiste nella preparazione di merende AD ARTE per bambini dai 6 ai 10 anni fatte con ingredienti di stagione, per educare i bambini a mangiare bene divertendosi. Insieme si disegnano gli ingredienti sani e le merende già realizzate. Da questi disegni nasce, grazie all’aiuto di creativi professionisti – come la giornalista enogastronomica Monica Piscitelli responsabile della comunicazione del progetto nel settore food e l’art director Ilaria Grimaldi, una linea bella ed elegante di prodotti per la ristorazione e l’agroalimentare. E non solo. Magnà propone laboratori e mostre con tema il cibo e l’agricoltura grazie ad operatori specializzati nel lavoro con i minori e di lunga esperienza.

La Casa dei Cristallini si occupa di minori e famiglie nella parte più interna del rione Sanità. Quando il parroco nel 2001 arrivò nel Rione Sanità racconta di essere rimasto profondamente colpito da quelle che erano le «ali estreme» dei Cristallini e di San Gennaro dei Poveri, zone che non fanno propriamente parte della Sanità, ma sono accorpate al suo cuore, già scisso fra la basilica di San Severo e quella di Santa Maria. Poverissime, rappresentano il ghetto nel ghetto, l’humus ideale per una microcriminalità diffusa. E’qui che operiamo dal 2002 ed è da qui vogliamo creare un ponte con il mondo dei professionisti del food per autofinanziarci” racconta Gina Bonsangue, vicepresidente della Associazione Casa dei Cristallini.

INFO STAMPA Sanità in Food: m.piscitelli@yahoo.com 3480063619. INFO STAMPA Fondazione San Gennaro e Catacombe di Napoli: Walter Medolla waltermedolla@gmail.com +393491979685

La danza del Mosto a Wine&Thecity

Pubblicato da aisnapoli il 12 - maggio - 2016Versione PDF

Acini di donne in fermentazione in grandi botti di legno…corpi di donna che prendono vita risvegliando l’ebbrezza dionisiaca e la ricerca del piacere…

Il Mosto è la performance della Compagnia D.N.A. Danza Nuda Anima scritta e diretta da Claudia Sales per Wine&Thecity 2016. Il giardino storico del Museo di Villa Pignatelli offre la scena alla compagnia di sole donne che, sulle orme della Post Modern Dance Americana, forgia un nuovo ed insolito linguaggio, fondendo e contaminando la Danza Contemporanea, il Jazz ed il Teatro Danza Tedesco.

La ricerca di Claudia Sales esplora il misterioso universo dell’essere umano, nel suo viaggio esistenziale nell’era contemporanea. La Danza ha spogliato l’anima dalla prigione di un copione imposto ed essa senza più maschere appare nuda.

Sulle orme della Post Modern Dance Americana, la Compagnia Danza Nuda Anima forgia un nuovo ed insolito linguaggio, fondendo e contaminando la Danza Contemporanea, il Jazz ed il Teatro Danza Tedesco.


Foto di Anna Ciotola

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 24 lug 2017 al 24 lug 2017 alle ore:19:00

      24 Luglio, #teledoiolebollicine 2017 Nona edizione al Nabilah

      Mancano: 3 giorni e 17:15 ore.
  • Video

    Tags