Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Nicola e Lorenza Venditti hanno il piacere di informare che il 18 e 19 settembre 2010 si svolgerà

“Raccolta e racconti di vino notturno”

quarta vendemmia notturna del primo 100% vigneto didattico

vendemmia-notturna.bmp

Il programma dell’evento

Gli invitati raggiungeranno nel pomeriggio del 18 settembre l’Isola di cultura del vino per il tradizionale evento voluto ed organizzato da Nicola e Lorenza Venditti.Una verticale dei vini della vendemmia notturna e i “sapori del territorio” impegneranno gli ospiti perla serata nel gazebo degli ulivi.Con le wineCar gli ospiti raggiungeranno l’hotel per essere pronti a vendemmiare alle 05,00 in punto.La vestizione sarà curata nei minimi particolari, mentre l’illuminazione del vigneto didattico consentirà la raccolta notturna.Si inizierà dall’uva bianca, che naturalmente fresca sarà subito sgranellata, pigiata e separata dalle bucce, pronta per una fermentazione in bianco controllata.
Si continuerà con i 10 vitigni di uve rosse che insieme saranno vinificate per ottenere un prodotto unico e particolare.
Dopo il “grande lavoro notturno”, un’abbondante e tradizionale colazione contadina verrà servita nel gazebo degli ulivi , consentirà agli invitati di affrontare con energia contadina la lunga giornata.
Un breve e doveroso riposo mattutino in hotel consentirà agli invitati di riprendere il “lavoro” di controllo della fermentazione in tarda mattinata, di rivedere le immagini notturne nella sala Barbetta, e di essere pronti per affrontare il “pranzo contadino” di donna Lorenza nella sala del Torchio.
La festa culinaria a base di specialità sapientemente riproposte saranno abbinate ai vini aziendali più rappresentativi, dal Vàndari Falanghina al Bacalàt, dal Barbetta al Marraioli e per finire Bosco Caldaia.
Alle 16,30 poi si procederà all’asta per l’assegnazione delle prime 30 bottiglie della vendemmia 2009, 15 bianche e 15 rosse.
Le particolari ed uniche bottiglie, molto curate nell’abbigliamento, custodiscono il prezioso nettare di Bacco meravigliosamente raccolto il 19 settembre 2009 alle ore 5,00.
300 bottiglie in totale per 20 vitigni, 10 vitigni bianchi e 10 vitigni rossi, un vero esempio di biodiversità.
Il ricavato dell’asta sarà devoluto interamente in beneficenza.

La vendita delle altre 270 bottiglie inizierà subito dopo e proseguirà sul sito internet aziendale www.venditti.it
Quest’anno tra gli invitati sarà presente una delegazione dell’Associazione Nazionale delle Città del Vino, che tiene a Benevento la Convention Nazionale.

Dopo la consegna delle bottiglie assegnate durante l’asta, chiuderà la manifestazione la grappa di Barbetta , con un brindisi di

arrivederci alla … prossima vendemmia notturna del 2011.

La partecipazione è riservata esclusivamente agli invitati personalmente da Nicola Venditti.

——————————————————————————–

Raccolta e racconti di vino notturno

La raccolta notturna, effettuata dall’Antica Masseria Venditti, l’immediata pigiatura e lavorazione delle uve, consentono di preservare l’integrità dei 20 vitigni autoctoni del vigneto didattico. Profumi e sapori diversi si intrecceranno in un uvaggio che ricorderà sensazioni lontane, anche perché anticamente ogni uva presente nei vigneti era frutto di esperienze vissute ed ognuna apportava qualcosa di positivo per “costruire” il vino perfetto: gradazione alcolica, acidità, profumi, sapori, ecc.. L’osservazione, il confronto, l’assaggio di ogni uva consentirà la nascita di emozioni soggettive riscontrabili nei vini dell’Antica Masseria Venditti.
Tutte le 300 bottiglie prodotte, bianche e rosse, sono rigorosamente numerate, certificate e dipinte ognuna con tratti di colore unici dalla mano di “donna Lorenza”.

Il primo 100% Vigneto didattico – piccolo “museo della biodiversità”

Da un’originale idea di Nicola Venditti nel 2005 è stato realizzato adiacente la nuova cantina il vigneto didattico. In circa 1600 mq di terreno e 126 mt slm, 10 filari orientati Nord/Sud in coltura biologica, raccolgono 20 vitigni antichi, con cui l’azienda produce i vini. Su barbatelle selvatiche con innesto a mano a gemma e ripasso a spacco inglese sono state portate le stesse uve dei rispettivi vigneti di origine. Ogni filare rappresenta in piccolo un vigneto-vino. Filari monovarietali alternati a quelli con più uve rispettando le percentuali esatte dei vigneti in produzione. Sono presenti uve antiche, alcune ancora non catalogate, altre confuse con vitigni più noti, bianchi e rossi.
E’ stato definito dal giornalista Bruno Gambacorta su Eat Parade Rai 2 “piccolo museo della biodiversità”.

L’Antica Masseria Venditti

L’Antica Masseria Venditti ha sempre coltivato i propri vitigni, vinificato le proprie uve e affinato i propri vini, con amore, con passione. E con i tempi che mutavano, ha saputo adeguarvisi, unendo alla “umanità” dell’antica metodica la “razionalità” della moderna tecnologia. Il metodo di produzione che già la prima edizione della guida Gambero Rosso ’88 definiva “biologico”, ha consentito di ottenere un prodotto naturale, al fine di raffinare ed impreziosire la nettarea bevanda di Bacco per renderla desiderabile e competitiva sia per la qualità che per l’immagine.
L’Antica Masseria Venditti prende il nome dalla residenza di famiglia del 1595. Probabilmente costruita sulle fondamenta di un convento di monaci benedettini dediti alla produzione di derrate alimentari per approvvigionare le abbazie del territorio. La maggiore produzione era riservata al vino, bene prezioso ed indispensabile.

Si trovano citazioni sulla masseria dalle pagine di un diario del territorio del 9 ottobre 1860.
Il centro aziendale dell’Antica Masseria Venditti ha una nuova struttura, nata da un’attenta idea di Nicola e finalmente realizzata. In questo luogo tutto è incentrato sul vino, sulla storia e sulla cultura, e la sua denominazione è “isola di cultura del vino”. Tutti gli spazi sono stati pensati anche per accogliere gli enoturisti. La cantina è affiancata da un vigneto didattico, dove sono reimpiantate 20 varietà di vitigni autoctoni.

Si organizzano visite guidate che danno la possibilità di percorrere tutta la filiera produttiva. Nella sala degustazione è gelosamente custodito un torchio maestoso della fine del ’500, denominato “torchio di Plinio”. Fanno da cornice le originali opere artistiche di Lorenza, moglie di Nicola, magnificamente utilizzate per la grafica aziendale.

Alcuni video interessanti:

Nicola Muccillo – la prima vendemmia di notte – TGR Campania

Bruno Gambacorta – il piccolo museo della biodiversità – RAI 2

Ntr24 – Festa del vino: Storia delle origini del Barbera di Castelvenere

http://www.ntr24.tv/it/video/2304

Nicola Venditti – il vino biologico – Biodivino in Campania 2009

Un Commento a ““Raccolta e racconti di vino notturno” – quarta vendemmia notturna del primo 100% vigneto didattico”

  1. Donato dice:

    Mio cognato ha bisogno di una mano per la vendemmia 2010 che si terrà in quel di Sparanise nei giorni 25/26-09 e 2/3-10. Se c’è qualcuno che vuole provare “l’ebbrezza della fatica” venga a darci una mano.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags