Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

DSC_0235ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

Parte il Terzo Livello del Corso Sommelier n.68

A partire da LUNEDI 3 Aprile 2017 alle ore 20.00 presso il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo in Via Nuova Ponte di Tappia n.25, Napoli. Il corso di Terzo livello affronta la tematica dell’abbinamento Cibo-Vino, attraverso prove pratiche di assaggio di cibi con vini di diverse tipologie e la compilazione di una scheda grafica: quattordici incontri con relatori abilitati A.I.S. o esperti del settore, nei quali vengono approfondite le caratteristiche organolettiche dei cibi in relazione alle diverse categorie merceologiche. Alla fine del corso l’aspirante sommelier dovrà sostenere un esame teorico-pratico diviso in due momenti: il primo sarà costituito da una prova scritta (un questionario più prove di degustazione e di abbinamento cibo-vino); Il secondo da un colloquio con prova pratica di servizio e di degustazione. La quota di iscrizione al corso è pari a 590 euro, da versare alla sede regionale dell’Ais Campania con bonifico bancario indicando nella causale il nominativo ed il corso di riferimento.

Tommaso Luongo
Delegato Ais Napoli
335.6790897 www.aisnapoli.it

ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA
IT 41 Z 05387 40260 000002464227
BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – SORRENTO
Causale: Nominativo + Terzo livello corso n.68 euro 590

Informazioni: Segreteria Corso n.68 Elena Erman
Segreteria AIS Campania info@aiscampania.it 0823.345188 (ore ufficio)

Date Esami: Prova Scritta 19 Giugno ore 20; Prova Orale 1 Luglio ore 9.30

 

Scarica qui il calendario III_livello corso 68
ATTENZIONE: Si prega di avere attenzione nell’indicare esattamente la causale così come descritto.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 27 mar 2017 al 27 mar 2017 alle ore:15:00

      Campania – Salento Andata & Ritorno

      Mancano: 2 giorni e 17:56 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 31 mar 2017 al 31 mar 2017 alle ore:20:00

      31 Marzo, ASTORIA si presenta: 30 anni, 40 ettari e 9 vini

      Mancano: 6 giorni e 22:56 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 06 apr 2017 al 06 apr 2017 alle ore:20:00

      6 Aprile, Trappist-10, 10 birre per 10 birrifici trappisti all’Hotel Renaissance

      Mancano: 12 giorni e 22:56 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    25 Marzo, Spring Pizza con Salvatore Staiano

    Pubblicato da aisnapoli il 24 - marzo - 2017 Commenta

    salvatore-staiano-foto-1SPRING PIZZA 2017

    SABATO 25 MARZO 2017
    ORE 12.OO
    RISTORANTE PIZZERIA “110 e LODE” LE ANTICHE CAVE
    VICO DELLE PIGNE 1/2
    NAPOLI
    (PIAZZA CAVOUR ANGOLO MUSEO NAZIONALE)

    IL MAESTRO PIZZAIOLO
    SALVATORE STAIANO
    PRESENTA

    LE SUE TRE NUOVE PIZZE PER LA PRIMAVERA 2017

    CRUDA
    SCIURILLI
    SCARULELLA

    Tre nuove straordinarie specialità nate dell’estro del pizzaiolo Salvatore Staiano in linea con una dieta sana, ricca di piaceri per il palato ed ingredienti freschi e naturali

    Cruda: con pomodorini del piennolo del Vesuvio, rucola, Breasola , scaglie di parmigiano ed Olio Evo ( farcitura rigorosamente a crudo)
    Sciurilli: con fiori di zucca, provola, pomodorini del piennolo del Vesuvio ed olio Evo
    Scarulella: con scarola riccia a crudo, alici , olive nere ed olio Evo

    Tutte le pizze sono realizzate con la farina Tipo “1″ Grano Tenero del Molino e Pastificio Antimo Caputo
    Una farina che conserva l’autenticità e la tradizione del sapore di una volta e prodotta con una selezione della migliore varetà dei grani ed arricchita con germe di grano

    Con un accogliente gazebo a fronte strada che fa da alternativa all’immersione nel tufo delle sale interne tipiche di una Napoli ancora greco-romana, “Le Antiche Cave- 110 e lode” , ovvero la trattoria, pizzeria fondata nel 2011 da Salvatore Staiano, porta subito alla mente le antiche memorie della Napoli del Cerriglio. Situato in Vico delle Pigne, a pochi passi dalla centralissima piazza Cavour e dal Museo Nazionale, il locale di Salvatore, con i suoi ambienti tipici della città sotterranea, riesce ad unire il gusto per la tradizione con quello di pizze e piatti più vicini al popolo per gusto e qualità che alle tematiche delle moderne esaltazioni mediatiche. Ed è grazie alla voglia di un maestro pizzaiolo soprattutto amante delle sue creature che sabato 25 marzo alle ore 12.00 Salvatore Staiano presenta le sue nuove tre pizze speciali dedicate alla primavera appena arrivata. Con un evento intitolato “Spring Pizza 2017” il maestro Staiano propone per gli amanti del disco di farina più famoso del mondo e per i palati più esigenti, tre nuove pizze sinonimo di bontà, gusto e sana alimentazione, mantenendosi nel segno di ingredienti semplici e genuini tipici del territorio campano. Tre nuove straordinarie specialità nate dell’estro del pizzaiolo Salvatore Staiano in linea con una dieta equibrata e salutare come la “Cruda”, realizzata con pomodorini del piennolo del Vesuvio, rucola, breasola e scaglie di parmigiano ( farcitura rigorosamente a crudo) ed olio Evo; la “Sciurilli”, con fiori di zucca, provola, pomodorini del piennolo ed olio Evo ed infine, la “Scarulella” con scarola riccia a crudo, alici , olive nere ed olio Evo. Tutte le pizze sono realizzate con la farina Tipo “1″ Grano Tenero del Molino e Pastificio Antimo Caputo. Una farina che conserva l’autenticità e la tradizione del sapore di una volta e prodotta con una selezione della migliore varetà dei grani ed arricchita con germe di grano.

    Per partecipare all’evento è necessario accreditarsi presso
    l’ufficio stampa
    dott. Giuseppe Giorgio
    giornalista professionista
    componente
    G.U.S.- Gruppo Specializzazione Uffici Stampa Campania
    Arga Campania
    ph.3473173556
    giuseppegior@libero.it-napolipress@virgilio.it

    17362607_10154661610134023_7657419867846790897_nSabato 25 Marzo ore 10

    Ambasciatori HART / Cinema Food Music
    Via Francesco Crispi 33, Napoli

    ‘’Che vita è quella di chi non ha vino?’’. E’ il retorico interrogativo biblico ad animare il ‘Sabato delle Idee’, nella sua prima uscita primaverile dell’anno in corso. Un interrogativo a risposta multipla, con implicazioni storiche, artistiche, antropologiche, filosofiche, economiche, ovviamente, scientifiche, per discettare intorno alla ‘’più salutare e igienica delle bevande’’ (Louis Pasteur).
    Un tentativo di capire, almeno un po’, la sua importanza nella storia dell’umanità, la sua capacità, probabilmente unica, di legarsi al territorio e alle coscienze, plasmandoli e identificandoli.

    Uno squarcio di luce sulle sue capacità, decisamente archetipiche, di aprire porte, esteriori, e, soprattutto interiori, di accompagnare l’uomo da sempre, come perfido seduttore che ‘’suscita il desiderio, ma ne ostacola l’attuazione’’ (William Shakespeare). Uno sforzo, letterario e figurativo, di penetrare il suo destino di compagno ultimo, ma pur sempre compagno, di indicibili disperazioni.
    E ancora il vino come ‘’la cosa più civile del mondo’’ (Ernest Hemingway), e, al tempo stesso, come simbolo per eccellenza di atmosfere campestri e bucoliche fuori dal tempo e dalla ‘civiltà’.
    In definitiva, una cauta, ma appassionata, esplorazione, di un mondo ambivalente, se, come ammonisce ancora il Siracide, occorre ‘’non fare il forte con il vino, perché ha mandato molti in rovina’’.

    SALUTI
    Lucio d’Alessandro
    Rettore dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
    Gaetano Manfredi
    Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II
    Marco Salvatore
    Il Sabato delle Idee

    COORDINA
    Giancarlo Loquenzi
    Giornalista RAI

    INTERVENGONO
    Gennaro Carillo
    Professore di storia del pensiero politico – Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
    Pierluigi Leone de Castris
    Presidente CdL conservazione dei beni culturali – Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
    Piero Mastroberardino
    Professore di economia e gestione delle imprese – Università di Foggia
    Luigi Moio
    Professore di scienze e tecnologie alimentari – Università degli Studi di Napoli Federico II
    Paolo Scarpi
    Professore di storia delle religioni – Università degli Studi di Padova

    Seminari di degustazione e approfondimento – Campania Stories

    Pubblicato da aisnapoli il 23 - marzo - 2017 Commenta

    17362931_1301654439922293_8115191058382900655_nUno sguardo indietro di 10 anni per una rilettura dei grandi bianchi e rossi campani attraverso i seminari – degustazione di approfondimento che si svolgeranno a Palazzo Caracciolo a Napoli il 31 marzo e il 1 Aprile.

    Un Percorso didattico a cura di Paolo De Cristofaro, giornalista e assaggiatore.

    Venerdì 31 marzo ore 17:00
    Retrospettiva Vini Bianchi Campani 2007

    Sabato 1 Aprile ore 17:00
    Retrospettiva Vini Rossi Campani 2007

    Quota di partecipazione: € 20,00
    Soci AIS (Main Sponsor di Campania Stories) € 15,00
    Prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti

    Per info e prenotazioni: 329/9606793 – 392/9866587
    info@campaniastories.com

    Wine&Thecity, dieci anni di ebbrezza creativa a Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 22 - marzo - 2017 Commenta

    W&C_logo2017_ok

    Dal 5 al 26 maggio la X edizione

    #wineandthecity #ebbrezzacreativa

    Napoli festeggia 10 anni di ebbrezza creativa: Wine&Thecity, rassegna diffusa e in movimento, celebra il suo decennale. Dal 5 al 26 maggio, circa cento luoghi della città si aprono alla più trasversale e gioiosa “festa mobile”: sono musei e palazzi storici, ma anche spazi privati, boutique e ristoranti, atelier di artisti e architetti, ipogei millenari, chiese barocche, alberghi e percorsi urbani. Una mappa estesa che tocca diversi quartieri della città: dalla collina di Posillipo a Spaccanapoli, dalle vie eleganti di Chiaia ai vicoli stretti del centro antico.

    Si comincia il 5 maggio al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, che accoglierà il grande evento inaugurale e si prosegue per tre settimane tra happening, degustazioni, visite guidate, azioni d’arte, esposizioni di design, fino al gran finale del 26 maggio in piazza del Municipio: Forme uniche, uno spettacolo emozionante della Compagnia Il Posto Danza Verticale + Marco Castelli Small Ensemble. Il vino è il filo che unisce questa trama fitta e multiforme di appuntamenti, è l’ispirazione e il motore di tutto: circa cento cantine da tutta Italia partecipano ogni anno al progetto che gode del patrocinio del Movimento Turismo del Vino.

    Le novità di questa X edizione sono numerose:
    Dal 12 al 14 maggio, il Complesso monumentale di San Domenico Maggiore, nel cuore del centro antico, ospiterà l’Enoteca della Banca del Vino di Slow Food con una grande selezione di etichette provenienti da Pollenzo e i Laboratori di degustazione con vini proposti e selezionati dalla guida Slow Wine di Slow Food Editore.
    Il 15 e il 23 maggio, “Uno chef al Museo”, in collaborazione con Ferrarelle, porta per la prima volta l’alta cucina di Gennaro Esposito Due Stelle Michelin e di Pasquale Palamaro Una Stella Michelin in due prestigiosi musei della città.
    Il 20 e 21 maggio Wine&Thecity entra per la prima volta nelle stanze del Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli accompagnando con il vino la visita al più grande archivio storico bancario del mondo.

    Tra gli spazi inediti e mai toccati prima dalla manifestazione ci sono anche l’ex carcere minorile Filangieri, già Convento delle monache Cappuccinelle nel ‘600, e oggi spazio collettivo e bene comune con il progetto dello Scugnizzo Liberato, e la Chiesa dell’Arte della Seta nel centro antico.

    Coltiviamo ebbrezza creativa, mettiamo in moto la città, andiamo alla scoperta di luoghi mai visti o semplicemente dimenticati. Siamo nomadi e trasversali, parliamo molti linguaggi. Ci piace la contaminazione, sovvertiamo gli stereotipi. Crediamo nella pluralità di voci e nel vino come espressione culturale” è il manifesto della rassegna che dal 2008 anima il maggio napoletano e che si reinventa ogni anno mettendo in rete circa 100 tra associazioni culturali, piccole imprese del territorio, artisti e designer configurandosi come una grande factory di produzione creativa.
    Si rinnova il binomio vino e design anche per questa X edizione con le mostre “Crisalidi di Salvatore Aiello per ReLegno” e “Ultraceramica People and objects of the future” di ADI Delegazione campana.

    Per la grande attenzione dedicata al design sin dalla prima edizione (con mostre, progetti site-specific e il Premio Convivium design istituito con Pastificio dei Campi) Wine&Thecity e il suo sistema di eventi diffuso sul territorio è candidato, per la categoria Exhibition Design, alla selezione ADI Design Index 2017, la pubblicazione che costituisce preselezione per la partecipazione al Premio Compasso d’Oro ADI 2018, il più antico e autorevole premio mondiale di design.

    È in corso uno studio dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli, Cattedra Strategie d’Impresa del Dipartimento di Economia, coordinata dal prof. Francesco Izzo, sui 10 anni di Wine&Thecity a Napoli: la storia, i numeri, la crescita sul territorio.

    A two-week celebration of regional vino, with free wine tastings and cultural events in palaces, museums, boutiques and eateries throughout the city”, scrive la Lonely Planet consacrando la manifestazione a livello internazionale.

    La X edizione di Wine&Thecity è realizzata con la collaborazione del Mann Museo Archeologico Nazionale Napoli, il patrocinio del Comune di Napoli e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura e Turismo; e con il fondamentale contributo di sponsor privati quali Aeroporto Internazionale di Napoli, Ferrarelle, Kimbo, Pastificio dei Campi, Motorvillage Napoli. Con il supporto di Ais Napoli, ANM, Grimaldi Lines, Panificio Malafronte Gragnano, ReLegno. E con il patrocinio di Movimento Turismo del Vino, Municipalità Chiaia San Ferdinando e Federalberghi Napoli. Sono media partner del progetto IgersNapoli, Napoli da Vivere e NeapoliSparita.

    Wine&Thecity nasce da un’idea di Donatella Bernabò Silorata ed è un progetto indipendente dell’Associazione Wine&Thecity realizzato da un team tutto al femminile con il fondamentale supporto di sponsor privati e mecenati. La manifestazione è altresì sostenuta dal basso, attraverso la sottoscrizione della Wine&Thecity Card: con un contributo di 10 euro all’Associazione Wine&Thecity si diventa protagonisti del progetto e si partecipa alla produzione del calendario culturale della rassegna. Ai possessori della Wine&Thecity Card sono riservati sconti e agevolazioni in oltre 50 indirizzi della città per un anno intero.

    Le menti, le braccia e il cuore di Wine&Thecity oggi:
    Donatella Bernabò Silorata, Irene Bernabò Silorata, Giustina Purpo, Marina Martino, Claudia Colella, Paola Cotugno, Teresa Caniato, Francesca Belmonte, Carmen Cozzolino.

    Ufficio stampa: dipuntostudio.it | 081 681505


    paola cotugno
    paolacotugno@gmail.com
    cell. 348 8010997

    d4c68ad1e0

    YUMCHA. esperimenti culinari di tè.

    Nel nostro comune immaginario quando si parla di tè siamo portati a pensare alle abitudini inglesi…
    Non c’interessa proprio, non c’entra nulla con quello che voglio fare insieme a Giuseppe Musella. YUMCHA pensa unicamente alla Cina e alle sue tradizioni, le più belle e le più nobili. La fortuna di avere come ambasciatore e Maestro Giuseppe qui a Napoli, ci fa mettere in gioco. Quante possibilità e declinazioni possiamo fare ancora con il cibo e appunto con il tè. Quindi, curiosi, buongustai e vivaci siete invitati a bere e cenare allo YUMCHA a La Stanza del Gusto, in Via Costantinopoli, 100, Napoli.

    Yum cha (letteralmente: bere il tè) è il termine usato per descrivere l’intera esperienza del pranzo, specie in cantonese moderno. Solitamente è servita al mattino, sino a mezzogiorno, nei ristoranti cinesi e in rivendite specializzate in dim sum dove sono disponibili durante l’intero giorno. I piatti sono formati da piccole porzioni e possono includere carne, pesce, verdure, oltre a dessert e frutta. Di solito le pietanze sono servite in un cestino o in un piattino. Alcune famiglie cinesi amano acquistare dim sum in occasioni speciali quali la festa della mamma o il capodanno cinese. Inoltre i genitori portano i loro bambini a mangiare dim sum la domenica mattina per incontrare e salutare i nonni. Alcuni portano con sé giornali e commentano le notizie con i familiari.
    Il Dim sum è di solito collegato con l’antica tradizione dello Yum Cha (bere il tè), che ha radici nei viaggiatori dell’antica via della seta, che avevano bisogno di un posto per riposarsi. Quindi furono aperte case da tè lungo il percorso. Gli agricoltori rurali, esausti dopo il lavoro duro nei campi, andavano a prendervi il tè, per rilassarsi al pomeriggio. Dapprima era considerato inappropriato abbinare il tè con il cibo, credendo che ciò portasse ad aumento di peso; in seguito si scoprì che il tè poteva aiutare la digestione, così le case da tè iniziarono a vendere anche spuntini vari.

    La serata prevede l’abbinamento di pietanze create e preparate da Mario Avallone in abbinamento con tè rari preparati e spiegati nell’antico modo della tradizione cinese da Giuseppe Musella. Riccardo Abbruzzese e Antonella Spiniello.

    Ecco il menu: (i tè saranno una sorpresa).
    · MISTICANZA, GEL di APERMARIO e LUPINI
    · MILLEFOGLIE di ZUCCHINE e RICCIOLA AFFUMICATA
    · Il BORSCHT di TANIA
    · RAVIOLI CACIO&PEPE FRITTI e
    · PANCETTA FONDENTE e AGLIO DOLCE
    · MELANZANE e CIOCCOLATO

    Il costo della cena è di euro 35.
    E’ gradita la prenotazione.

    Per info e Prenotazioni
    La Stanza del Gusto,
    via Costantinopoli 100
    80138 Napoli
    081 401578

    Per info:
    Qualcosadite, il primo tea shop Partenopeo
    via San Biagio dei Librai 1
    80138 Napoli
    0815523158
    info@qualcosadite.com

    Qualcosadite Vomero
    via Massimo stanzione 2/f
    80134 Napoli
    08119806338

    Sommelier del Sigaro a Rende (Cs) dal 27 Aprile

    Pubblicato da aisnapoli il 21 - marzo - 2017 Commenta

    image-2Dal 27 aprile 2017 presso Corte Italiana – Food Experience in Via Cilea a Rende

    Cinque indimenticabili incontri sul fumo lento ed i suoi abbinamenti nel mondo del Beverage.

    Da Cuba a Santo Domingo, toccando le coste del Nicaragua fino ad approdare nel nostro fantastico paese.

    L’Associazione Italiana Sommelier vi propone un bellissimo viaggio tra le spire ammaliatrici dei sigari, gli aromi ed il gusto di armonici abbinamenti tra sigari e nobili bevande.

    PROGRAMMA giovedì 27 aprile 2017

    LA PIANTA DEL TABACCO ED I SUOI USI: storia del Tabacco dagli Indios a Caterina De Medici, tabacchi da mastico e da fiuto. I primi sigari. – Le basi per l’abbinamento con le principali bevande. – Un accostamento tutto italiano: chinotto e birre artigianali. – Varie tipologie di sigari e sigaretti aromatizzati e non.

    Degustazione: – Toscanello® Aromatizzato e Pedroni. – Chinotto – Birra artigianale – China – Cioccolato artigianale

    Relatore Marco Starace

    giovedì 4 maggio 2017

    HABANOS Puros Cubano: da Che Guevara a Fidel, da Hemingway a Churchill: storia e mito si fondono. – La canna da zucchero, un lungo viaggio per approdare ai Caraibi: Ron, Rum e Rhum – Dal maestro ligador alla creazione di una “receta”. – Tecniche di conservazione dei sigari. – Il galateo del fumatore: le buone regole per una corretta fruizione. Degustazione: – Puro Cubano – Rum: stili diversi – Cioccolato artigianale

    Relatore Maria Rosaria Romano

    giovedì 11 maggio 2017 REPUBBLICA DOMINICANA “MR CIGAR“ e gli “CHATEAUX”: storia dell’ uomo che ha reso il sigaro emblema di raffinatezza e nobiltà. – Tecniche di accensione e taglio dei sigari. – Accessori da fumo, gli umidificatori statici e refrigerati. Degustazione: – Selezione Davidoff – Champagne – Calvados – Cioccolato artigianale

    Relatore Stefano Fanticelli

    mercoledì 17 maggio 2017

    I SIGARI CARAIBICI: Nicaragua, Honduras e gli altri terroir: storie di uomini e prodotti di nicchia. – Whisky VS Cognac. – The “winner” abbinato ad un sigaro del Centro America. – Cenni sulla legislazione che regola il fumo nei locali pubblici. – Tabacchi tropicali, varie zone di provenienza. Degustazione: – Tè – Sigaro extracubano – Whisky – Cognac – Cioccolato artigianale

    Relatore Tommaso Luongo

    mercoledì 31 maggio 2017 MITO ITALIANO: il sigaro del bicentenario, Il Toscano®: dallo “stortignaccolo” alla moderna produzione. La nostra grande tradizione dal seme al sigaro. – Le regioni della coltivazione ed essiccazione. La Manifattura di Lucca e Cava De’ Tirreni. – Il Sigaro Toscano®, un monovitigno di tabacco Kentucky. – Comparazione di sigari ammezzati o “alla Maremmana”. – Creazione di una “cantina” dedicata ai sigari. – Consigli per gli abbinamenti. Degustazione: – Toscano® Garibaldi – Toscano® Extravecchio – Toscano® Originale – Spumante metodo classico – Vino passito – Grappa – Cioccolato Modicano

    Relatore Marco Starace

    Visita in Manifattura a Lucca in data da stabilire.

    costo dell’intero corso 260 euro compreso 2 testi prenotazioni 333.1807088 oppure info@aiscalabria.it

    Il pagamento può essere dilazionato così: 90 euro alla prenotazione entro il 15 aprile (85 euro con bonifico bancario) 90 euro all’inizio del corso 80 euro entro la fine del corso Ai soci AIS in regola per il 2017 sarà rilasciato attestato di partecipazione. IBAN AIS CALABRIA IT 59 I 03111 16203 000000051952

    21 Marzo, Buono e sano, il cibo amico della salute dell’uomo

    Pubblicato da aisnapoli il 21 - marzo - 2017 Commenta

    blogger-image--335709209Oggi 21 marzo dalle 18.30, da Eccellenze Campane a Via Brin-Napoli, si svolgerà Buono e Sano, il cibo amico della salute dell’uomo. La serata è organizzata dalla Fondazione Pro Onlus, presieduta dal Prof. Vincenzo Mirone, Ordinario di Urologia presso l’Università Federico II di Napoli in collaborazione con Eccellenze Campane, con il patrocinio del Comune di Napoli, dell’Arcidiocesi di Napoli, dell’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Napoli, dell’Università di Napoli Federico II, di Federfarma Napoli.

    Durante il dibattito, moderato dal giornalista Luciano Pignataro, si parlerà di prevenzione a tavola con Paolo Scudieri-Presidente di Eccellenze Campane, Alessandra Clemente, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Vincenzo Mirone – Presidente Fondazione Pro, Alfonso De Nicola – Responsabile Staff Medico Ssc Napoli,Stefano Lorenzetti – Ricercatore Istituto Superiore di Sanita’

    Seguirà poi un buffet a base di cibi ricchi di zinco e selenio, partners indispensabili per la salute riproduttiva maschile e per la prevenzione oncologica. Buono e Sano , infatti, rientra nelle numerose iniziative inserite nella PRIMAVERA DELLA PREVENZIONE, la campagna promossa dal Comune di Napoli e dall’Ordine dei Farmacisti inaugurata il 1 marzo con IL TEMPO E’ SALUTE, l’iniziativa della Fondazione PRO dedicata alle visite prostatiche gratuite con il Camper in piazza per tutto il mese.

    Durante la serata sarà consegnato anche il Premio Napoli Insieme per la Ricerca, riconoscimento che la Fondazione ha deciso di attribuire annualmente a personaggi che si sono distinti in opere di generosità e solidarietà.
    Partners della serata sono anche i sostenitori della Fondazione PRO: Banca Patrimoni Sella & C, Bruno Acampora Profumi , Kimbo, Lagam, lo Studio Legale Toffoletto e De Luca Tamajo,

    Simonetta de Chiara Ruffo
    Uff. Stampa Fondazione PRO.
    3343195127 simonettadechiara@gmail.com

    La Fondazione per la Prevenzione e Ricerca in Oncologia (PRO)- Prosud Onlus è nata nel Gennaio 2011 da un’idea del Professor Vincenzo Mirone, Ordinario di Urologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e Presidente di Prosud, e dell’Avvocato Antonio Mancino. La scelta nasce dalla consapevolezza che gli uomini dedicano poca attenzione alla propria salute e che esiste, ancora oggi, una scarsa cultura della prevenzione; per cui si registra una maggiore incidenza ed aggressività delle malattie tumorali. Anche per questo motivo la Fondazione ha attivato nel maggio 2013 una Unità Urologica Mobile, che tocca le principali piazze delle città visitando gratis il pubblico maschile per sensibilizzarlo al controllo. Oltre alle piazze, il Camper opera anche presso Enti, Aziende e Istituzioni che facessero domanda per programmare delle tappe presso le loro sedi.Info e contatti: info@fondazioneprosud.it o www.fondazioneprosud.it .

    28 Marzo, #chicinpizzeria nei Campi Flegrei

    Pubblicato da aisnapoli il 21 - marzo - 2017 Commenta

    17390474_1440018839366233_2710498785255836051_oMartedì 28 marzo ore 20.30
    Il Colmo del Pizzaiolo – Monte di Procida
    La dea Bendata – Pozzuoli
    La Pizza è – Giugliano in Campania

    Terra ardente e magmatica, sempre in movimento, quella flegrea. Nasce così la fusione tra pizza d’autore e la cucina di qualità dei cuochi della Chic- Charming Italian Chef, l’associazione che riunisce le figure più intriganti della cucina creativa italiana. Martedì 28 marzo, alle 20.30, tre cuochi Chic saranno ospiti di tre affermate pizzerie flegree: “La dea Bendata” di Ciro Coccia accoglierà Roberto Rossi della “Locanda del Feudo” di Castelvetro (MO), Michele Biagiola di “Signore te ne ringrazi” di Montecosaro (MC) affiancherà Federico Guardascione de “Il Colmo del Pizzaiolo”, mentre “La pizza è” di Vincenzo Guarino aprirà le porte a Riccardo Agostini de “Il Piastrino” di Pennabilli (RN).

    Ardua la scelta! Sarà una serata diversa in ognuna delle tre pizzerie dove la pizza e le interpretazioni dello chef andranno a comporre un menu di sei portate. Ciascuna proposta presenterà una miscellanea dei territori, delle culture e delle esperienze dei diversi professionisti del forno e dei fornelli protagonisti dell’appuntamento. A esaltare queste fusioni, i vini di persistenza di un figlio autentico dei Campi Flegrei, il vignaiolo Salvatore Martusciello, erede di una antica tradizione.

    L’evento diffuso che coinvolgerà pizzerie, produttori e albergatori è un’attività strettamente connessa al congresso annuale Chic che si svolgerà nei giorni precedenti in Campania, a Telese Terme (Bn). L’evento flegreo ben sposa la mission di Charmig Italian Chef che mira a favorire la valorizzazione e l’incontro tra prodotti di differenti territori e, inoltre, intende stimolare la creazione di fitte relazioni tra professionisti del settore che hanno a cuore materie prime, qualità, tecniche, sani valori imprenditoriali e scambi d’informazione.

    #chicinpizzeria non è solo fusione e sinergia gastronomica ma è anche una vetrina per il territorio flegreo ricco di storia, bellezze archeologiche, paesaggistiche e di straordinari prodotti della terra e del mare. Chic in pizzeria è, dunque, anche un’opportunità per avviare una proficua rete tra operatori locali propensi alla collaborazione e allo scambio; oltre a ciò è un’occasione per gli chef ospiti di divenire testimoni di tanta ricchezza.

    Ticket di partecipazione € 30
    (Menu composto da sei portate acqua e vino incluso).

    Per partecipare è necessario scegliere una delle tre pizzerie aderenti all’iniziativa.
    A breve i menu completi sulle pagine facebook delle pizzerie.

    Per info e prenotazioni:

    La dea bendata

    Corso Umberto I, 93 Pozzuoli -Na
    Mob. 3463003491- Tel. 08119189636
    www.pizzerialadeabendata.it

    Il colmo del pizzaiolo
    Via Cappella 23, Monte di Procida -Na
    Mob. 3386200929- Tel. 081523553
    www.ilcolmodelpizzaiolo.it

    La Pizza è
    Via San Nullo 98, Giugliano in Campania- Na
    Mob.3384142486 – Tel. 0818048391
    www.lapizzae.it

    Organizzazione e Ufficio Stampa
    Floriana Schiano Moriello
    florianaschianomoriello@gmail.com Mob. 3392635562

    Sviluppo Progetti e Iniziative CHIC
    Katia Piazzi
    Mob. 3356658097

    #chicinpizzeria #chicchef