Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 25 set 2017 al 25 set 2017 alle ore:11:00

      25 Settembre, Bere e Passione Day all’EnoPanetteria

      Mancano: 00:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 02 ott 2017 al 03 ott 2017 alle ore:20:30

      2 e 3 Ottobre, I Finages di Borgogna all’Enoteca Scagliola

      Mancano: 6 giorni e 22:47 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    Buon viaggio Ingegnere

    Pubblicato da aisnapoli il 22 - settembre - 2017 Commenta

    obits1-696x385Abbiamo appena appreso da Enzo Irlante la tristissima notizia che ieri, il “mitico” ingegner Gaetano Guarino, ci ha lasciato…

    Un pilastro della storia dell’Associazione Italiana Sommelier Campania: dal 1975 ha contribuito a diffondere la cultura del Vino sempre con garbo, gentilezza ed eleganza.

    Lo vogliamo ricordare qui a chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

    Buon viaggio Ingegnere, che la terra Ti sia lieve.

    Borgogna – Le vigne della Côte d’Or, il libro di Armando Castagno

    Pubblicato da aisnapoli il 22 - settembre - 2017 Commenta

    000954Borgogna – Le vigne della Côte d’Or
    Armando Castagno

    In prevendita esclusiva online su buongiornovino.com

    Testi di approfondimento e atlanti sulla Borgogna del vino sono stati pubblicati in vari Paesi, a firma di grandi specialisti. Mancava tuttavia in Italia e in italiano una grande opera che potesse fare da punto di riferimento per chiunque intendesse approfondire uno degli argomenti più complessi e affascinanti del mondo del vino, e in generale delle culture materiali: la Borgogna con la sua storia, il suo vino, le sue vigne.

    Si tratta di un’opera che non può essere definita altro che monumentale, per dimensioni e ambizione: intende porsi come affidabile strumento di studio e di lavoro per operatori, appassionati e collezionisti, e inoltre, mancando di eccessivi tecnicismi e contemplando ampie zone di autentica narrativa, può costituire l’occasione per un raffinato divertissement letterario.

    Consta di 800 pagine, scritte con la minuzia stilistica con cui si scrive un racconto breve, da uno dei più qualificati critici italiani sul tema, Armando Castagno. Impreziosiscono il testo le splendide fotografie di Andrea Federici, che illustrano con sensibilità 27 capitoli enografici e due ampie sezioni generali, con mappe dettagliate, i caratteri salienti di 116 annate a partire dal 1900, uno studio etimologico della toponomastica locale che non ha precedenti neppure in Francia, dati puntuali su altitudini e pendenze, estensioni ed esposizioni, suddivisioni interne, vicende storiche, fondamenti di climatologia, ampelografia, geologia, gastronomia.

    Troverete indagate a fondo nel volume le 27 denominazioni d’origine della Côte d’Or, ciascuna trattata con la stessa dignità; vi sono raccontati i 32 leggendari Grands Crus della regione, ciascuno in una vera e propria monografia, pressoché priva di tecnicismi e, per contro, ricchissima di dettagli storici, aneddoti, particolarità, fisionomia del vino; lo stesso è stato fatto per i 356 Premiers Crus della Côte, cui sono dedicati uno spazio e un approfondimento assolutamente inedito nella letteratura precedente, e per le migliori parcelle di categoria comunale, dal Marsannay al Maranges, lungo 56 chilometri di territorio a vertiginosa densità di significato, non solo di impianto.

    Un grande esponente della critica enoica italiana come Fabio Rizzari ha redatto un’introduzione al testo, nella quale si legge tra l’altro: “La Borgogna del vino è un gruppo laocoontico nel quale si perdono esperti di tutto il mondo anche solo per acquistare la bottiglia giusta da stappare la sera con gli amici. Figuriamoci scriverne; e scriverne con cognizione di causa. Questo volume, invece, prende per mano e conduce serenamente, virgilianamente, nel labirinto borgognone, le cui multiple insidie vengono disinnescate e riordinate in una mappatura chiara, esaustiva, illuminante“.

    La prefazione del libro è stata affidata a Michel Bettane, guru indiscusso del vino mondiale.

    Il mondo degli appassionati italiani di vino aspettava questo libro da molti anni, ed è un orgoglio per noi poterlo distribuire, in esclusiva assoluta fino alla metà del mese di novembre 2017.

    Il libro, dopo anni di lavoro, è infatti finalmente disponibile. È possibile prenotarne una copia (o più), a condizioni di prezzo favorevoli fino a metà novembre.

    ATTENZIONE: Il libro è in prevendita, la consegna del volume avverrà infine entro il 13 dicembre 2017

    DATI DEL PRODOTTO
    Autore: Armando Castagno
    Titolo: Borgogna – Le vigne della Côte d’Or
    Prefazione: Michel Bettane
    Introduzione: Fabio Rizzari
    Fotografie: Andrea Federici
    Copyright e diritti di traduzione: © Paolo Bartolomeo Buongiorno e © Armando Castagno
    Città e anno di pubblicazione: Roma, 2017
    Stampa: Tre Bit Edizioni, Itri (Lt)
    Dimensioni: cm 27 (altezza) x cm 24 (larghezza)
    Spessore: cm 4,7 circa
    Copertina: rigida, da 350 g/m2
    Numero pagine: 800 circa
    Grammatura pagine: 135 g/m2, full color
    Peso approssimativo del volume: 4,1 kg
    Cellophanatura: per singola copia
    Rilegatura: in brossura filo refe
    Per questioni inerenti i diritti di traduzione scrivere a:
    armando.castagno@yahoo.it
    Prezzo di copertina: Euro 100,00
    Prezzo in preventita in esclusiva fino alla metà di nomembre: Euro 85,00
    ISBN 978-88-99460-17-4

    Tabacco e Vino si incontrano in Manifattura

    Pubblicato da aisnapoli il 22 - settembre - 2017 Commenta

    toscano-originale-botte-montalcinoIl sigaro TOSCANO® Originale Millesimato utilizza tabacco Kentucky dell’annata 2015 e uno speciale processo di fermentazione che unisce due eccellenze italiane: il sigaro TOSCANO® Originale e il vino della zona di Montalcino.
    Un riuscito connubio di due produzioni della tradizione italiana: il sigaro toscano e il vino Rosso di Montalcino. Così si presenta il sigaro “Toscano Originale Millesimato”, prodotto con doppio fermentazione da Manifatture Sigaro Toscano (Mst), e presentato nel corso di un evento che si è svolto nel Macro Testaccio in occasione del vernissage della mostra, promossa dalla Fondazione Maccaferri in collaborazione con la Fondazione Giuliani, “Segnali di Fumo” che rimarrà, come sottolineato da Gaetano Maccaferri, presidente dell’omonimo Gruppo Industriale che controlla Mst, “fino al primo ottobre alla città di Roma e a ingresso libero”. Un debutto in grande stile davanti a oltre 400 personalità del mondo istituzionale, imprenditoriale, politico, culturale e dello spettacolo.

    Con questo prodotto nel segno dell’innovazione – ha sottolineato il presidente celebriamo due eccellenze della cultura produttiva italiana. Mst – ha annunciato Maccaferrici sta dando grandi soddisfazioni: il fatturato in continua crescita e un record di produzione di oltre 200 milioni di pezzi – oltre il triplo di quanto produce tutta Cuba – indica che stiamo andando nella giusta direzione e speriamo, con questo ultimo arrivato, non solo di stupire i clienti affezionati al sigaro Toscano, ma di conquistarne nuovi. Cresce anche l’appeal internazionale, con le vendite trainate dai Duty Free, e i Paesi di sbocco saliti in un anno da 52 a 70. La Turchia l’ultimo significativo ingresso nella lista dei nostri mercati“.

    Siamo molto orgogliosi di questo nuovo sigaro Toscano. – ha aggiunto Aurelio Regina, presidente di Manifatture Sigaro Toscano – E’ un sigaro che nasce dalla selezione del raccolto del 2015, ecco perché “millesimato”, proprio come gli spumanti prodotti con vini di una singola annata. Come tutti i nostri sigari più pregiati- ha sottolineato infine il presidente MST – è fatto a mano dalle sigaraie di Lucca e il particolare processo di fermentazione gli conferisce un carattere forte ma dal gusto naturale“.

    Il tabacco Kentucky della Valtiberina, prodotto da 250 microaziende agricole coinvolte tramite accordi di produzione, e del Tennessee viene sottoposto, dopo la prima fermentazione in acqua, a una seconda fase di fermentazione, ma questa volta nelle botti del vino Rosso di Montalcino. Questa innovativa interazione, grazie alle microfermentazioni che attiva, esalta il gusto forte e deciso e le note intense tipiche del sigaro Toscano Originale.(ANSA).

    5 Ottobre, L’Antica Osteria Da Tonino 1880

    Pubblicato da aisnapoli il 22 - settembre - 2017 Commenta

    21868472_10212558113300058_376954781_oGiovedì 5 ottobre dalle 19.30 L’Antica Osteria Da Tonino 1880, nel cuore di Chiaia da cinque generazioni, festeggia il prestigioso traguardo dell’inserimento del locale nell’esclusivo albo delle Imprese e Botteghe ultra centenarie della Regione Campania.

    Tra sapori e profumi della più verace cucina napoletana l’Oste Paolo Canfora invita la città a partecipare la propria gioia.
    Ingresso libero infoline 3398789602

    25 Settembre Nardello, Il Soave baciato dal Sole al Winebar Scagliola

    Pubblicato da aisnapoli il 21 - settembre - 2017 Commenta

    nardello-10
    Nardello, Il Soave baciato dal Sole

    Enoteca Winebar Scagliola

    Via San Pietro A Maiella 15

    25 settembre ore 20.30 Euro 20
    info 081459696 3349698115

    I Nardello sono una famiglia di viticoltori da generazioni in Monteforte d’Alpone, piccolo centro della provincia di Verona. Il Sole come genesi dello sviluppo in Natura. Il Sole come elemento di elevata importanza nella tradizione viticola dei Nardello. La storicità dei vigneti e la proprietà derivante dall’eredità delle generazioni passate fanno di queste zone, quelle a migliore esposizione. Da questo ne deriva la pienezza e l’avvolgenza dei vini in degustazione.

    Vigna Turbian Soave doc classico 
    Blanc de fè Igt Veneto
    Meridies Soave doc classico meridies
    Aetas spumante brut aetas
    Sorpresa finale con un’etichetta vintage di Soave

    Degustazione guidata da Federica Nardello.

    Amici di Pizza
    Grande festa a ‘O Sfizio d’a Notizia: Enzo Coccia e Simone Padoan saranno insieme in occasione della presentazione della Guida Pizzerie D’Italia 2018 del Gambero Rosso.

    Per la serata è stato preparato un menù a quattro mani da non perdere.

    Per info 3389993047.

    Vi aspettiamo!

    4 Ottobre, Champagne Encry con Enrico Baldin da Gran Gusto

    Pubblicato da aisnapoli il 19 - settembre - 2017 Commenta

    img_4204

    20 settembre, l’aperitivo è sulla terrazza di Sancta Sanctorum

    Pubblicato da aisnapoli il 19 - settembre - 2017 Commenta

    thumbnail