Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 30 set 2016 al 30 set 2016 alle ore:20:30

      30 Settembre, I vini di Tenuta Scuotto all’Enopanetteria

      Mancano: 5 giorni e 05:32 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    Festival delle Vigne MetropolitaneASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    Napoli città del vino e le sue vigne
    Dal 23 al 25 settembre c’è il “Festival delle Vigne Metropolitane”
    Visite guidate, convegni, spettacoli e degustazioni a Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano

    L’ingresso agli eventi dei giorni 24 e 25 settembre è con prenotazione obbligatoria: 3207275544 – info@ravellosrl.com

    Napoli celebra il vino e le sue vigne con il Festival delle Vigne Metropolitane. Tre giorni di appuntamenti diffusi sul territorio per conoscere un patrimonio unico. Da venerdì 23 a domenica 25 i napoletani e i tanti visitatori, italiani e stranieri, avranno la possibilità di scoprire tutti gli aspetti di questa realtà, a molti sconosciuta, attraverso visite guidate, workshop, spettacoli e degustazioni in vari punti della città, come Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano.

    Domenica 25 settembre il Festival delle Vigne Metropolitane alle Terme di Agnano

    Ore 10: seminario “Le vigne metropolitane, opportunità e sviluppo”.

    Panoramica sulle vigne metropolitane europee: “La vigna della Regina a Torino” con intervento di Luca Balbiano;

    La Fête des vendanges de Montmartre” (la Festa della Vendemmia di Montmartre, giunta nel 2016 all’83° edizione) e “ I vigneti di Grinzing della città di Vienna” (la tradizione della giornata escursionistica del vino con il sentiero del vino e la festa negli heuriger, le osterie tipiche).

    Interventi dei produttori delle vigne metropolitane: Salvatore Varriale, Azienda Varriale (vigneti di Posillipo); Raffaele Moccia di Agnanum ( vigneti degli Astroni); Gerardo Vernazzaro delle Cantine Astroni (vigneti degli Astroni e dei Camaldoli); Luca Palumbo delle Cantine Federiciane Monteleone ( vigneti dei Camaldoli e di Chiaiano); Aniello Quaranta, Le Vigne di Parthenope ( vigneti dei Camaldoli).

    Modera Gerardo Ausiello, giornalista de Il Mattino.

    Dalle 12 una delegazione di Poste Italiane sarà a disposizione dei partecipanti per uno speciale annullo filatelico che celebra  il primo Festival delle Vigne Metropolitane.

    Segue: eno-trekking alle Cantine degli Astroni con degustazione guidata.Prenotazione obbligatoria.

    Dalle 17 alle 21 c’è il primo Salone dei vini da vigne metropolitane alle Terme di Agnano.

    Degustazione a banchi d’assaggio con le aziende del territorio: Agnanum, Cantine Federiciane Monteleone, Cantine Astroni, azienda agricola Varriale e Le Vigne di Parthenope.

    All’interno del Salone (ore 18): Seminario “Il Piede Franco”.

    Temi trattati: “La fillossera, tra innesto e piede franco”, a cura di Associazione Italiana Sommelier Napoli;

    In degustazione i vini delle sabbie con l’azienda ferrarese MattarelliBosco Eliceo Fortana DOC

    Wine of Chile, alla ricerca del vino perduto”;

    Quinta do Noval”, una delle più antiche case produttrici di Porto, prospettive di valorizzazione del piede franco;

    Le vigne metropolitane e la viticoltura a piede franco come attrattori turistici”, l’esperienza di Wine&Thecity con Donatella Bernabò Silorata, giornalista e ideatrice Wine&Thecity.

    L’ingresso agli eventi è con prenotazione obbligatoria: 3207275544 – info@ravellosrl.com

    La manifestazione è finanziata dall’Assessorato al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli, nell’ambito della programmazione “Napoli expost” promossa da Sviluppo Campania e Regione Campania. Si ringraziano: Polo Museale della Campania, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, Nuove Terme di Agnano srl.

    Il progetto è curato della Ravello Creative L.a.b. srl in collaborazione con l’Associazione Campi Flegrei a Tavola, ideatrice di Malazè con il contributo scientifico dell’Associazione Italiana Sommelier Napoli.

    Ideazione: Rosario Mattera e Paolo Varriale.
    Organizzazione: Ravello Creative L.a.b. srl.
    Direzione scientifica: Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli.

    Contatti: 3207275544

    info@ravellosrl.com

    FB: Festival delle Vigne Metropolitane

    Siti:
    www.ravellosrl.com
    www.festivalvignemetropolitane.it
    www.malaze.it
    www.aisnapoli.it

    Parete, XI edizione della Festa della Vendemmia

    Pubblicato da aisnapoli il 23 - settembre - 2016 Commenta

    newsletter-03-pUna manifestazione che mette insieme vino Asprinio e musica jazz “La festa della Vendemmia” che parte il 24 settembre a Parete, comune capofila e promotore di questo appuntamento di assoluta qualità, oggi giunto all’undicesima edizione. Un ricco programma di eventi che vede degustazioni di vino e di tipicità locali, raffinate proposte musicali e visite guidate ai luoghi più rappresentativi del territorio: dalle grotte in tufo utilizzate per la vinificazione ai palazzi nobiliari; dalla meravigliosa architettura tradizionale del paesaggio rurale caratterizzato dalla “vite maritata al pioppo”. Progetto cofinanziato dalla Regione Campania, nell’ambito del POC Campania 2014/2020.

    Il percorso che terminerà il 2 ottobre, interessa i comuni di Parete, Trentola Ducenta, Lusciano, Casapesenna, Villa di Briano e San Marcellino un territorio che si contraddistingue per la coltura dell’Asprinio, i cui vigneti s’arrampicano su alti pioppi a creare le sorprendenti alberate aversane. Un vino che si riconosce non solo per il carattere “aspro” da cui discende il nome, ma soprattutto perché ha alle spalle una storia di secoli attestata sia da fonti documentali che da citazioni letterarie.

    L’evento si aprirà sabato 24 settembre con la conferenza stampa che si terrà alle ore 10 a Parete, presso la Biblioteca comunale in piazza Berlinguer, a cui prenderanno parte: il sindaco, Gino Pellegrino, il consigliere comunale Pietro Feliciello, il coordinatore del progetto Giuseppe Miraglia, i professori Emilio Falco, conoscitore della storia locale e Alfredo Oliva estensore della bozza di Legge Regionale del 2016 per la protezione dell’alberata. Alla conferenza, moderata dalla giornalista Antonella D’Avanzo, seguirà un Aperi…vino e la visita  didattica delle scuole di Parete “Vite maritate, dall’uva al vino” e il concorso estemporaneo di disegno sul tema della vendemmia.

    Nel pomeriggio, alle 18, sempre presso la biblioteca comunale in piazza Berlinguer, si terrà il convegno “Le Eccellenze del Parco Agricolo” con Gino Pellegrino (sindaco di Parete), Pietro Feliciello (consigliere comunale), Paolo Nugnes (assessore comunale all’agricoltura), Luigi De Vitto (agronomo), Agostino Di Lorenzo (già presidente del parco agricolo delle colline di Napoli) e Giovanni Zannini (consigliere regionale).

    Alle 19 ci sarà l’inaugurazione del Mercato del Contadino con esposizione e vendita dei prodotti territoriali a km 0. Poi, “Jazz e storia”, Cristina Galiero & trio e Flavio Dapiran & trio e Aperi…cena, il tutto nel centro storico.

    La giornata si chiuderà con la musica jazz di Pietro Condorelli & quartet, alle 22  in piazza  Chiesa S. Pietro Apostolo (Parete) e la visita alle grotte di tufo Cecaro e Sagiomo.

    Domenica 25 alle 11, nella prestigiosa cornice di Palazzo Ducale (Parete), il convegno “Enoturismo, Arte & Paesaggio” con degustazione guidata del vino Asprinio; la premiazione concorso di disegno estemporaneo sul tema della vendemmia alle 12.30 in piazza Berlinguer. Si continuerà nel pomeriggio alle 19 con Gregory Hutchinson & trioJazz & paesaggio” al Parco Agricolo Urbano, dove  alle 20 ci sarà una visita tra cinque chilometri di vigneti punteggiati da stand di degustazione. Lo spettacolo jazz “Virginia Sorrentino & quartet” si terrà a Trentola Ducenta alle 22.

    Il 28 settembre la manifestazione si sposterà a Lusciano, con visita guidata alle 18 alla cantina e ai vigneti  e degustazione di prodotti del territorio, alle 20 a Palazzo Ducale  “Jazz & spumante Asprinio” con Giovanni Amato & trio. Protagonista del 30 settembre è il comune di Casapesenna, alle 18 la visita guidata  – dal latte alla mozzarella di bufala con degustazione del vino Asprinio e mozzarella di bufala campana alle 20 in piazza Agostino Petrillo l’evento “Jazz & Grotta” con Simona De Rosa & quartet.

    La Festa della Vendemmia continuerà sabato 1 ottobre a Villa di Briano, dove alle 18 si terrà la  visita esplicativa dal vigneto alla cantina terminando con  una degustazione di vino Asprinio e prodotti agricoli e alle 20 “Jazz & tradizione” a Palazzo Ducale con Umberto Muselli & quartet.

    La manifestazione si chiuderà domenica 2 ottobre a San Marcellino, alle 18 la visita guidata con l’enologo “Coltivazione uva Asprinio – metodi di vinificazione tradizionali e moderni – degustazione vino”; in  piazza  Municipio alle 20 “Jazz & aperitivo” in piazza Municipio con Sonamundi special guest Marzouk Mejri.

    Per conoscere l’intero programma e per maggiori informazioni consultare il sito www.turismoparete.it

     

    Ufficio Stampa

    XI Festa della Vendemmia

    Antonella D’Avanzo

    antonella.davanzo@yahoo.it

    14322513_1855949727966295_8028821459354910724_n-2ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    Napoli città del vino e le sue vigne
    Dal 23 al 25 settembre c’è il “Festival delle Vigne Metropolitane”
    Visite guidate, convegni, spettacoli e degustazioni a Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano

    L’ingresso agli eventi dei giorni 24 e 25 settembre è con prenotazione obbligatoria: 3207275544 – info@ravellosrl.com

    Napoli celebra il vino e le sue vigne con il Festival delle Vigne Metropolitane. Tre giorni di appuntamenti diffusi sul territorio per conoscere un patrimonio unico. Da venerdì 23 a domenica 25 i napoletani e i tanti visitatori, italiani e stranieri, avranno la possibilità di scoprire tutti gli aspetti di questa realtà, a molti sconosciuta, attraverso visite guidate, workshop, spettacoli e degustazioni in vari punti della città, come Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano.

    Sabato 24 settembre è la volta delle colline di Napoli: Vomero e Posillipo.

    Ore 10: trekking per i sentieri della Vigna di San Martino e nell’antica campagna della Certosa: narrazioni teatralizzate e semina nei campi per cogliere la magia della creatività della natura. A seguire Aperiagricolo, degustazione e assaggi dei prodotti della terra con l’associazione Piedi per la Terra. Prenotazione obbligatoria.

    Ore 11.30: visita guidata ai Sotterranei Gotici della Certosa di San Martino e ai giardini. Prenotazione obbligatoria.

    Ore 16: Wine and VespaPosillipo e i vigneti di Santo Strato” da un’idea di Wine&Thecity in collaborazione con Napolinvespa Tour;
    Partiremo da Piazza Trieste e Trento e, dopo aver percorso il lungomare a bordo di affascinanti Vespe d’epoca con driver dedicato, ci attenderà un calice di Flegreo, spumante da vigne metropolitane delle Cantine Federiciane Monteleone per poi trasferirci sulla collina di Posillipo dove, di fronte Capri, c’è il celebre ristorante Rosiello, dal 1933 gestito con competenza e passione dalla famiglia Varriale. Passeggeremo nei quattro ettari di vigneto dell’Azienda agricola Varriale per scoprire una delle vigne più antiche e panoramiche della città di Napoli. Segue degustazione. Prenotazione obbligatoria. Euro 35

    Ore 16.30: visita guidata del Parco Archeologico del Pausilypon in collaborazione con Csi Gaiola e degustazione a cura di Associazione Italiana Sommelier Napoli dei vini dell’Azienda agricola Varriale con la partecipazione di Enopanetteria I Sapori della Tradizione di Stefano Pagliuca; al termine Recital teatralizzato Elementare, con Francesco Di Bella, Gianni Valentino, Angelo Petrella e Dario Sansone. Ingresso da via Coroglio; il pubblico sarà suddiviso in gruppi di 50 persone, con partenze ogni 15 minuti, che saranno accompagnati nella visita e alla degustazione al termine del proprio turno. Prenotazione obbligatoria.

    Ore 17.30: visita a piedi dei vigneti di Santo Strato: trekking lungo i quattro ettari del vigneto dell’Azienda agricola Varriale per scoprire la vigna, una delle più antiche e panoramiche della città. Segue degustazione. Prenotazione obbligatoria.

    Le vigne metropolitane di Napoli sono un tesoro da scoprire e valorizzare. È questo il motivo che ha spinto l’Ais Napoli a aderire al festival che, a partire da domani, animerà la città con spettacoli, degustazioni, convegni e visite guidate alla scoperta di vigneti suggestivi, che si intersecano con il tessuto urbano e cittadino”, così Tommaso Luongo, delegato dell’Ais Napoli (Associazione Italiana Sommelier) e direttore scientifico della manifestazione.
    Da San Martino alla Selva Lacandona di Chiaiano passando per la vigna di Salita Scudillo fino ai vigneti di Santo Strato a Posillipo e a quelli di Agnano e dei Camaldoli, Napoli è la seconda città d’Europa per superficie di territori coltivati a vite.
    L’Associazione Italiana Sommelier - aggiunge il delegato dell’Ais Napoli – è da sempre ambasciatrice della cultura del vino e non poteva mancare il nostro contributo ad una manifestazione che hai protagonisti del Festival delle vigne metropolitane come obiettivo principale quello di fare scoprire ai napoletani insospettabili scenari, vigneti metropolitani che nascondono storia, cultura e tradizioni. Per l’occasione, inoltre, domenica prossima, sarà presentato un annullo filatelico realizzato in collaborazione con Poste Italiane che sarà dedicato proprio alle vigne metropolitane della nostra città”.
    Napoli, grazie alla natura sabbiosa del terreno, è una delle poche aree al mondo in cui è ancora possibile trovare vigneti coltivati a piede franco che hanno resistito all’attacco della fillossera, mentre la viticoltura mondiale è quasi interamente innestata su piede americano.
    “Stiamo parlando di vigneti antichi da cui si producono vini dal carattere inconfondibile, che hanno tra i filari una storia che noi siamo pronti a raccontare. Proprio per consentire ai tanti appassionati di scoprire questo inestimabile tesoro, sarà anche on line a breve una mappa virtuale dei vigneti metropolitani di Napoli. Un portale con geolocalizzazioni e schede tecniche dei singoli vigneti che abbiamo intenzione di trasformare in una applicazione mobile. Uno strumento indispensabile per scoprire e valorizzare un patrimonio che, così come accaduto a Torino, Parigi e Vienna, dovrebbe e potrebbe diventare un punto di forza di una città che fa del turismo uno dei suoi capisaldi”, conclude Luongo.

    14322195_1854947704733164_2723405164583079036_nASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli


    Napoli città del vino e le sue vigne
    Dal 23 al 25 settembre c’è il “Festival delle Vigne Metropolitane”

    Visite guidate, convegni, spettacoli e degustazioni a Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano
    L’ingresso agli eventi dei giorni 24 e 25 settembre è con prenotazione obbligatoria: 3207275544 – info@ravellosrl.com

    Napoli celebra il vino e le sue vigne con il Festival delle Vigne Metropolitane. Tre giorni di appuntamenti diffusi sul territorio per conoscere un patrimonio unico. Da venerdì 23 a domenica 25 i napoletani e i tanti visitatori, italiani e stranieri, avranno la possibilità di scoprire tutti gli aspetti di questa realtà, a molti sconosciuta, attraverso visite guidate, workshop, spettacoli e degustazioni in vari punti della città, come Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano.

    Si parte venerdì 23 settembre alle ore 17,30 a Chiaiano. (Clicca qui per visualizzare il percorso per arrivare a Selva Lacandona)

    Presentazione a Selva Lacandona – Fondo “Amato Lamberti”, con la tavola rotonda
    “Esperienze a confronto: vigna storica San Martino, vigna di Salita Scudillo, vigna Selva Lacandona”. Ingresso libero.
    Partecipano: Enrico Panini, assessore al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli;
    Raffaele Beato, Università degli Studi di Salerno;
    Davide Romanelli, Acqua Bene Comune Napoli – vigna di Salita Scudillo;
    Vincenzo Dina, Associazione Piedi per la Terra;
    Peppe Morra, vigna San Martino;
    Ciro Corona, Cooperativa Sociale (R)esistenza – vigna Selva Lacandona.
    Modera la giornalista Marina Alaimo.
    Segue alle ore 18,30 la visita al vigneto Selva Lacandona e degustazione a cura di Associazione Italiana Sommelier Napoli in collaborazione con Cooperativa Sociale ®esistenza. Ingresso libero.

    Ore 19.30: spettacolo musicale Black in the Selva con Geco mc, DjUncino Galleon + Donix & La Pankina Krew, Ciccio Merolla live set + OLuWong, Valerio Jovine on The Riddim. È uno spettacolo di musica rap e hip hop napoletana, una serata che parla di rinascita e riappropriazione dell’identità e del futuro in un luogo solo recentemente sottratto alla camorra e restituito alla città. Ingresso libero.

    Festival delle Vigne MetropolitaneInvito Conferenza Stampa

    Napoli città del vino e le sue vigne
    Dal 23 al 25 settembre c’è il “Festival delle Vigne Metropolitane”
    Visite guidate, convegni, spettacoli e degustazioni
    a Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano

    Invito alla Conferenza Stampa che si terrà giovedì 22 settembre – ore 12 – nella Sala Giunta del Comune di Napoli a Palazzo San Giacomo.

    Partecipano: Enrico Panini, Assessore al lavoro e alle attività produttive del Comune di Napoli; Giuliana D’Avino, Dirigente scolastico dell’Istituto Professionale per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera “G. Rossini”; Tommaso Luongo, Associazione Italiana Sommelier; Rosario Mattera, Associazione Campi Flegrei a Tavola; Paolo Varriale, Ravello Creative L.A.B. Srl.

    Con il Festival delle Vigne Metropolitane Napoli celebra il vino e le sue vigne. Tre giorni di appuntamenti sul territorio per conoscere un patrimonio unico. Nel corso della conferenza stampa sarà presentato il programma delle iniziative che si terranno da venerdì 23 a domenica 25. I napoletani e i tanti visitatori, italiani e stranieri, avranno la possibilità di scoprire tutti gli aspetti della realtà della viticoltura locale, a molti sconosciuta, attraverso visite guidate, workshop, spettacoli e degustazioni in vari punti della città come Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano.

    Il Festival nasce dalle sinergie di soggetti che hanno maturato consolidate esperienze nel campo degli eventi: la società organizzatrice, la Ravello Creative L.a.b. srl, l’Associazione Italiana Sommelier Napoli, e l’associazione Campi Flegrei a Tavola, organizzatrice dell’evento – progetto “Malazè”. Partecipano cantine, produttori, imprese, associazioni, enti e istituzioni.

    La manifestazione è promossa dall’Assessorato al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli, nell’ambito della programmazione “Napoli expost” finanziata da Sviluppo Campania e Regione Campania.

    Il Comune di Napoli, infatti, dopo il grande successo di “NAPOLIperEXPO”, il ricco programma di conferenze, fiere e spettacoli che hanno animato lo scorso anno la nostra città in contemporanea all’Esposizione Universale di Milano, replica la formula del palinsensto di eventi enogastronomici anche per l’anno 2016.
    Il programmma, sostenuto dall’Assessossore alle Attività Produttive Enrico Panini, prende il titolo di “Napoli Expost”, una crasi tra ‘Expo’ e ‘Post’, letteramente ‘Napoli dopo Expo’, con l’obiettivo di promuovere al meglio le eccellenze agroalimentari e le filiere produttive del territorio campano e made in naples attraverso una serie di manifestazioni tematiche sul cibo e sull’alimentazione, con particolare riferimento al tema della Dieta Mediterranea, che si alterneranno dal mese di Settembre al prossimo mese di Dicembre.

    Napoli, 20 settembre 2016
    Ufficio Stampa:
    3935861941
    ufficiostampa@malaze.it

    logo-2Il Consorzio Pasta di Gragnano Igp e la Fondazione Idis Città della Scienza siglano un accordo di collaborazione per un programma triennale di azioni condivise

    È stato presentato oggi presso la Città della Scienza di Napoli il progetto di collaborazione tra il Consorzio Pasta di Gragnano Igp e la Fondazione Idis Città della Scienza: un programma triennale di azioni condivise che puntano alla conoscenza, promozione e valorizzazione della Pasta di Gragnano IGP. La partnership si inserisce nel più ampio progetto del Villaggio della Dieta Mediterranea e della Biodiversità – GNAM VILLAGE, presentato lo scorso 23 giugno come spazio permanente di attività didattica, culturale, di trasferimento di conoscenze e dei processi innovativi, formativa e di creazione d’impresa su tutto ciò che riguarda la valorizzazione e la promozione della Dieta Mediterranea, degli stili di vita e della corretta alimentazione.

    Il programma triennale ha come finalità:

    · rafforzare tutti gli elementi di conoscenza e di valorizzazione della unicità della Pasta di Gragnano IGP;

    · promuovere, in relazione con le strutture di Alta formazione e della ricerca, di cui Città della Scienza è snodo, tutte quelle nuove attività di ricerca e di studio utili a consolidare le basi scientifiche di definizione dei livelli di qualità della pasta;

    · sviluppare un progetto multimediale, all’interno del Villaggio, indirizzato al pubblico degli studenti e a tutti i visitatori di Città della Scienza, che renda immediatamente comprensibile la peculiarità della pasta di Gragnano Igp nel contesto alimentare mediterraneo;

    · realizzare nell’ambito della programmazione degli eventi di Città della Scienza un evento dedicato alla Pasta di Gragnano che, in termini di esposizione, racconto, mercato, spettacolo, divulgazione scientifica, gastronomia rappresenti un appuntamento di interesse per il grande pubblico;

    · valorizzare la peculiarità delle tradizioni legate alla trasformazione del Grano e alla produzione della Pasta proprie della Campania e di Gragnano, attraverso un programma di attività didattiche specificamente dedicato agli Istituti Agrari e Alberghieri.

    · Città della Scienza infine metterà a disposizione del Consorzio Pasta di Gragnano IGP la propria esperienza per la realizzazione del Museo della Pasta con sede a Gragnano

    Per tutta la durata dell’accordo, all’interno del BIC di Città della Scienza, ci sarà una postazione permanente di lavoro per il Consorzio della Pasta di Gragnano IGP. Alla presentazione del progetto sono intervenuti il Presidente della Fondazione Idis Vittorio Silvestrini, Giuseppe Di Martino, Presidente Consorzio Pasta di Gragnano Igp, Gianfranco Nappi, Responsabile dei progetti Strategici di Città della Scienza, Maurizio Cortese, Direttore Consorzio Pasta di Gragnano Igp e Alfonso Iaccarino, chef del Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui due Golfi e testimonial della Pasta di Gragnano Igp.

    Ufficio stampa Consorzio Pasta di Gragnano:
    dipunto studio srl
    www.dipuntostudio.it
    tel. 081 681505 /3284753999
    Marina Martino

    Ufficio stampa Città della Scienza:
    Barbara Magistrelli e Cristina Basso
    ufficiostampa@cittadellascienz a.it
    Tel. 081 7352420- 081 7352560

    570698b3-a91e-4f34-9190-37986a730681Presentazione alla stampa di Cooking Lab, il nuovo spazio formativo e di intrattenimento enogastronomico, dedicato ai corsi per appassionati

    Napoli 26 Settembre 2016 ore 12.30

    Via Alabardieri, 8/11

    Nel cuore del quartiere Chiaia nasce Cooking Lab, partnership fra la Città del gusto del Gambero Rosso e Gourmeet, un’iniziativa che consentirà, con i docenti del Gambero Rosso, ad appassionati di ogni età di imparare e approfondire le tecniche e i segreti della cucina e del vino.

    Gambero Rosso è presente da molti anni nell’aera napoletana con corsi professionali presso la Città del gusto di Nola e manageriali in partnership con l’Università Suor Orsola Benincasa.

    Gourmeet è un concept di vendita unico nel suo genere, che coniuga l’offerta di un’ampia varietà di prodotti e specialità enogastronomiche di alto livello qualitativo con un’innovativa proposta ristorativa.

    Il nuovo spazio è stato appositamente strutturato all’interno della Osteria di Gourmeet con postazioni di lavoro autonome, dotate di piastre ad induzione ed attrezzature di nuova concezione.

    L’iniziativa e il programma dei corsi verranno presentati il  26 settembre alle ore 12.30 in Via Alabardieri, 8/11 da:

    • Paolo Cuccia – Presidente Gambero Rosso
    • Giuseppe Medici – Partner di Gourmeet – Sapori & Dintorni Conad

    Inoltre a partire dalle 18.00, la Chef Laura Ravaioli, volto molto noto al grande pubblico per essere da anni conduttrice dei programmi di Gambero Rosso Channel, intratterrà gli ospiti in un Opening Party all’interno di Gourmeet.

    Il programma delle attività formative, che inizieranno in ottobre, sarà estremamente articolato con corsi per adulti, incentrati sui temi e sulle tecniche specifiche dell’enogastronomia di qualità, ma anche con attività per i più piccoli e una didattica strutturata appositamente per le scuole.

    L’offerta formativa e di intrattenimento comprenderà anche team building per aziende ed educational rivolti ai turisti che vogliono approfondire la conoscenza dei grandi piatti della tradizione partenopea.