Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

11 Giugno, [Aglianico]3 Sorsi, parole e numeri al Cubo d’Oro

Pubblicato da aisnapoli il 27 - maggio - 2017 Commenta

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

Per il ciclo “Presentazioni al Cubo” Ais Napoli e Ente Mostra d’Oltremare nell’ambito della 60° edizione della Fiera della Casa

presentano

[Aglianico]3

Sorsi, parole e numeri

11 Giugno ore 18 

Cubo d’Oro, Mostra d’Oltremare

18664510_10214040552954898_2574309013934725051_n

Tre è il numero ricorrente.
Tre sono le discipline che caratterizzeranno l’introduzione di Franco De Luca, riguardo il suo percorso accidentato tra la matematica, la scrittura e il vino e l’interessante relazione che esiste tra la degustazione, la composizione di un testo e il fondamentale concetto di equilibrio.
Tre sono le parti che compongono il romanzo “La chiameremo Vita“, edito da Tullio Pironti, che Franco De Luca presenterà e che vede appunto sullo sfondo il seducente vitigno.
Due alla potenza di tre sono, infine, le etichette di Aglianico che Tommaso Luongo degusterà, provenienti da Otto territori, tutti profondamente diversi, in cui il vitigno si esprime sempre con ottimi risultati, a testimonianza della incredibile versatilità di una delle più importanti uve del panorama ampelografico mondiale.

In degustazione
Antica Masseria Venditti Marraioli 2011 dal Sannio
Borgo di Colloredo Terre degli Osci 2013 dal Molise
Casa Setaro Terramatta 2014  dal Vesuvio
Basilisco Basilisco 2010 dal Vulture
De’ Gaeta Campi Taurasini 2014 dai Campi Taurasini
San Salvatore Omaggio a Gillo Dorfles 2013 dal Cilento
Cantine di Taurasi Taurasi 2012 da Taurasi
Fontanavecchia Vigna Cataratte 2013 dal Taburno

L’ingresso è gratuito e i posti solo 60. La prenotazione, pertanto, è obbligatoria e deve essere intesa assolutamente impegnativa. Si raccomanda, infine, la massima puntualità.

Prenotazioni e informazioni presso la mail info@aiscampania.it

Il Cubo d’Oro è un edificio a carattere stabile, collocato lungo il Viale delle Palme all’interno della Mostra d’Oltremare. Realizzato in cemento armato, è caratterizzato da pilastri ricoperti da pietrarsa vesuviana e intervallati da vetrate con infissi a riquadri. Il resto della superficie è rivestita da un mosaico dorato che si ispira a decorazioni arabesche che sottolineano la forma geometrica della struttura stessa. L’interno, chiamato negli anni ’40 Salone dell’Impero, fu decorato con iscrizioni di grandi dimensioni e due affreschi del pittore Giovanni Brancaccio. Il Cubo è una delle perle del razionalismo italiano, la corrente architettonica che aveva lo scopo di ergere Roma a ruolo di Capitale del mondo e Napoli a quello di Regina del Mediterraneo. È in questa particolarissima e suggestiva sala, caratterizzata da due pregevoli affreschi dell’inizio del XX sec., che l’11 giugno, alle 18:00, si terrà l’evento.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 02 mag 2017 al 30 mag 2017 alle ore:20:30

      Sommelier del Rum, dal 2 Maggio

      Mancano: 00:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 11 giu 2017 al 11 giu 2017 alle ore:18:00

      11 Giugno, [Aglianico]3 Sorsi, parole e numeri al Cubo d'Oro

      Mancano: 12 giorni e 18:08 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    dscn8147Di Mauro Illiano

    Se chiudi gli occhi gli altri sensi iniziano a descrivere ciò che vive oltre il visibile. Così, se da un lato l’orizzonte scompare, insieme alle vele, alle onde ed alle rocce che da Baia scollinano sino a sfidare il mare, dall’altro, l’universo delle percezioni si arricchisce di inebrianti sfumature olfattive. Così, le note salmastre incastonane nell’aria marina si stringono ai profumi di una cucina adoperata per dare inizio ad una sinfonia perfetta di sapori, e dolci e salate sensazioni si mescolano con l’odore di maiale selvatico, mentre una memoria di mare si fa spazio nell’aria, e gocce di profumo francese scappano su da calici di vera gioia.

    Se riapri gli occhi per un solo istante, ti accorgi di essere tra i giardini pensili di Villa Sabella, meravigliosa dimora d’eventi in terra flegrea, privilegiato occhio sul pittoresco porticciolo di Baia, in Bacoli.

    E’ sera, e la finezza organizzativa di Laura Gambacorta, giornalista enogastronomica di conclamata fama, unitamente al piglio di Fabio Oppo, autentico scopritore di tesori enogastronomici, ha generato un evento senza eguali, un incontro di culture, prima che di arte gastronomica. Così, il resident Chef di Villa Sabella, Antonio Grasso, per una sera, si esibisce insieme al maestro cortador Juan Josè Herrera. Maestro del mare e Maestro della terra insieme per un connubio dal sapore unico, com’è unico il sapore dei salumi che il Maestro cortador lavora, vale a dire i salumi della premiata azienda Emiliano Garcìa, stagionati 62 mesi.

    dscn8156Questo “Viaggio nel mediterraneo”, come gli organizzatori lo hanno definito, inizia con il più invidiabile dei matrimoni, ovvero la Caprese con crudo e cotto di gamberi rossi e jamòn, ovvero una partita a scacchi tra salato e dolce; si continua con il risotto con tartufi provolone del monaco e granella di jamòn, originale quanto sapiente assemblaggio di ingredienti finissimi in forma di risotto; è poi il turno dei tournedos di branzino e jamòn, a simulare un irresistibile ballo a due dove gli interpreti della terra e del mare si inseguono nelle rispettive note gustative.

    Il vino d’oltralpe fa capolino a tavola, grazie alla selezione di Araldica distribuzione, con le etichette di Spumante Brut Cuvée Nicolas Francois – Gratien & Meyer, servito sui finger, ed a seguire, in serie ordinata: L’Océade Blanc Atlantique IGP 2015, Pouilly Fumé 2014 Domaine Chauveau e Chablis 2014 La Colombe, dei veri capolavori, prodigi nel rapporto qualità prezzo.

    A luci soffuse finisce una serata da ricordare col più dolce dei saluti, piccole leccornie lasciate ai palati dei fortunati presenti dai pasticcieri della dimora Villa Sabella.

    Durante la serata ho avuto modo di rivolgere qualche domanda a Felix Sanchez Garcia, titolare dell’omonima azienda. Ecco il resoconto

    Secondo lei i prodotti della sua azienda, ed in generale il Jamon iberico si presta all’alta cucina?

    Certamente! Sono moltissimi i ristoranti stellati, in Spagna come nel resto del mondo, che oramai da anni adoperano i nostri prodotti. Io credo che quando un prodotto ha una certa qualità, esso può arrivare ovunque

    Come si prestano i prodotti come Jamon, chorizo e gli altri alle preparazioni gastronomiche?

    Direi bene. Se si pensa che molti dei prodotti che noi produciamo possono essere consumati sia crudi che cotti, ed inoltre risultano di facile abbinamento. Forse bisognerebbe interpellare uno chef, ma in base alle richieste che riceviamo io credo che cucinare ciò che noi offriamo sia una cosa molto stimolante

    Cosa ne pensa dell’abbinamento con il vino dei suoi prodotti?

    Bella domanda. Devo dire che se negli anni scorsi c’era la tendenza ad abbinarli soprattutto con il vino rosso, soprattutto in considerazione della produzione vinicola spagnola, da qualche anno stiamo iniziando a vedere un gran numero di degustazioni in cui si inizia ad abbinare vino bianco o vino spumante ai nostri salumi. Credo sia assolutamente interessante, e spero che col tempo si possano cercare e trovare sempre maggiori abbinamenti ben riusciti.

    8 Giugno, Santa Pietanza all’Archivio di Stato di Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 29 - maggio - 2017 Commenta

    18698449_1632458750117383_1512266750555941473_n

    sushiaria-panino-con-tartareIl 27 maggio a Salerno apre Sushiarìa, crudi di qualità all’italiana

    Sabato 27 maggio alle ore 20,00 nella centralissima piazza Flavio Gioia di Salerno apre i battenti Sushiarìa, un nuovissimo concept dedicato al pesce crudo di qualità in versione mediterranea.
    Settanta coperti distribuiti tra interno ed esterno dove poter gustare, senza costi di coperto e servizio, un “sushi all’italiana” con tartare, panini di mare e crudi firmati dal giovane chef Francesco Fierro, forte della lunghissima esperienza presso l’Hostaria de Rota di Mercato San Severino.
    Una carta dei vini, essenziale ma al tempo stesso in grado di accontentare tutti i tipi di clienti, completa l’offerta di questo locale allegro e informale, realizzato in collaborazione con l’azienda vitivinicola irpina Colli di Castelfranci.
    L’apertura di Sushiarìa verrà celebrata con un appuntamento musicale all’insegna dell’energia carioca. Dalle ore 20,00, infatti, “ La Bandita – Officina del Ritmo”, un’orchestra di percussioni afro-brasiliane fondata nel febbraio del 2005 a Bari sul modello della ‘bateria di samba’ brasiliana, si esibirà prima per le vie del centro e poi raggiungerà piazza Flavio Gioia per un concerto dai ritmi travolgenti.

    Info e prenotazioni:
    Sushiarìa
    Piazza Flavio Gioia
    Salerno
    Tel. 089 5647149

    Contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    Mob. 349 2886327
    Email: lauragambacorta@gmail.com

    30-maggio-incontri-di-pizza-gallifuoco-police-webIl 30 maggio da Franco Gallifuoco “Incontro di Pizza” con Pierluigi Police
    e “cucina salvavita” con Santa Di Salvo

    Martedì 30 maggio alle ore 20,30 alla pizzeria-ristorante Franco di Napoli primo appuntamento del ciclo “Incontri di pizza” organizzato in collaborazione con Laura Gambacorta. Per una sera il patron-pizzaiolo Franco Gallifuoco duetterà al banco con Pierluigi Police, campano di origine ma toscano d’adozione, che nel suo locale ‘O Scugnizzo di Arezzo ha conquistato gli ambìti 3 Spicchi nella guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso.
    Il percorso di degustazione consentirà di spaziare dalle specialità campane a quelle toscane con un’interessante incursione nella cucina “salvavita” che rappresenta una delle novità introdotte da Franco Gallifuoco nel suo menu estivo.
    A condurci alla scoperta di questa cucina, che riesce a coniugare gusto e salute, sarà la giornalista de Il Mattino Santa Di Salvo, autrice insieme all’oncologo Cesare Gridelli, del libro “La cucina salvavita”, da cui sono tratte le ricette del percorso “salvavita” presente nel nuovo menu.
    Le birre artigianali umbre San Biagio accompagneranno le pizze di Gallifuoco e Police e le barche di melanzane. La chiusura rinfrescante a base di sorbetto sarà a firma di Pina Militierno di Vanilla Ice Lab di Caserta.

    Menu
    La Costiera (Franco Gallifuoco)
    La Mediterranea (Pierluigi Police)
    Barche di melanzane (ricetta tratta dal libro “La cucina salvavita”)
    La Toscana (Pierluigi Police)
    I sorbetti di Pina Molitierno

    In abbinamento:
    Birre artigianali San Biagio

    Ticket di partecipazione: euro 18,00

    Ingresso solo su prenotazione

    Info e prenotazioni:
    Pizzeria Ristorante Franco
    Corso Arnaldo Lucci, 195/197
    Napoli
    Tel. 081 5541892

    Contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    349 2886327
    laugam@libero.it

    image001Che l’estate fosse alle porte un tempo lo annunciavano le canzoni, chi si può dimenticare “Sapore di Sale” di Gino Paoli, ma anche le più recenti “Tacatà” del cubano Ruly Rodrigez o “Estate” dei Negroamaro? Accanto al tormentone musicale, che ci porta ad immaginare il mare, un drink e le giornate trascorse in compagnia, da qualche anno c’è l’appuntamento gastronomico “Una Pizza per l’Estate By Mulino Caputo” a suggerire che ci siamo, le ferie sono vicine. Quest’anno, per la quinta edizione della kermesse, la manifestazione torna a Napoli. L’appuntamento è per il 30 maggio sulla suggestiva terrazza della Pizzeria Palazzo Petrucci, circondata dagli edifici storici di Piazza San Domenico. Una piazza amata dai turisti e simbolo della Napoli antica. I protagonisti saranno alcuni tra i più giovani e più talentuosi pizzaiuoli campani. A loro sarà riservato il compito di intercettare e interpretare il gusto e le preferenze che potrebbero catturare il palato dei consumatori nel corso dell’estate 2017. Come di consueto, saranno presenti due nomi dell’alta gastronomia: il padrino della kermesse, Gennaro Esposito, chef de La Torre Del Saracino, e il pasticcere più amato dagli italiani, Sal De Riso, che presenterà per l’occasione un dolce dal nome suggestivo, “Bacio Caraibico”. Ad accompagnare le pizze, ci saranno le birre del Birrificio Sorrento. Ed ecco chi parteciperà all’evento di quest’anno: l’imprescindibile Gino Sorbillo (Pizzeria Sorbillo), Luca Castellano (Castellano Le pizze di Luca), Isabella De Cham (1947 Pizza Fritta), Paolo De Simone (Da Zero), Gaetano Genovesi (Pizzeria Gaetano Genovesi), Ivan Panico (Pizzeria Palazzo Petrucci), Diodato Pironti (Bistrot Sal De Riso Costa d’Amalfi), Carlo Sammarco (Pizzeria 2.0), Valentino Tafuri (Pizzeria Artigianale Tre Voglie) e Antonio Troncone (Pizzeria Fresco). L’invito è sempre quello, prendere appunti e girare poi per i locali dei magnifici dieci pizzaioli e scegliere la propria preferita.

    18301690_1211146439008306_6584455753243827583_nUn nuovo progetto mondiale di Habanos s.a. con l’obiettivo quello di selezionare location caratterizzate da sedi prestigiose, personale qualificato e vasto assortimento di sigari cubani; lo scopo di questa iniziativa è quello di fornire un servizio sempre più qualificato all’utenza Habanos.

    In Italia Habanos s.a. ha selezionato il Salotto Sisimbro (che si trova all’interno dell’omonima tabaccheria in cui è stato creato il primo walk-in humidor d’Italia) in cui Anita Sisimbro con la sua famiglia da anni accoglie i suoi clienti offrendo un servizio di eccellente qualità. Anita ha scelto di celebrare la prestigiosa investitura in un luogo storico di grande fascino qual è il Chiostro delle Converse di Santa Chiara nella città di Napoli.

    Per questa importante occasione il 25 maggio sarà, inoltre, presentato in anteprima nazionale il Punch 48 lch, un nuovo sigaro concepito in esclusiva per gli specialisti Habanos e La Casa del Habano. Esclusiva anche l’anilla con al centro il numero 48 che rappresenta la vitola de salida, ma soprattutto l’innovativa seconda anilla che, per la prima volta, riporta il logo Specialista Habanos e quello de La Casa del Habano.

    La serata inizierà con una visita guidata dei meravigliosi luoghi del complesso monumentale quali il celebre chiostro maiolicato e i recenti scavi delle terme romane venuti alla luce di recente all’interno del monastero di Santa Chiara.

    Subito dopo un aperitivo all’interno del chiostro delle Converse (normalmente chiuso al pubblico) e poi la la cena che verrà servita nel refettorio monumentale delle clarisse.

    Il menu a cura di Le Arcate ricalca la tradizione napoletana accompagnata da una selezione di vini della cantina A Casa.

    Ci si sposterà di nuovo nel chiostro delle converse per i dessert e le degustazioni di Ron Botran accompagnati dal cioccolato di Gennaro Bottone e sigari Punch 48. Nel corso della serata sarà possibile ammirare in anteprima il nuovo miniJet Dupont. La fumata nel suggestivo chiostro sarà resa speciale dall’esposizione delle creazioni del Maestro Nicola Rivelli.

    Partner della serata, infine, sarà la maison Cilento di Napoli che offrirà agli intervenuti un ricordo della serata.

    27 Maggio, Vini&Vinili a Villa Volpicelli

    Pubblicato da aisnapoli il 24 - maggio - 2017 Commenta

    18620145_838633116286952_959876775517400361_n

    VINI & VINILI approda a Villa Volpicelli

    Un’esperienza unica, un viaggio tra note, sapori e buon vino!
    La cena si svolgerà su alcuni terrazzi della meravigliosa Villa Volpicelli a Posillipo (scelta come set cinematografico da importanti produzioni di film e telefilm), e sarà un viaggio sensoriale attraverso 4 diversi vini selezionati dai sommelier dell’ AIS Napoli a cui saranno abbinati sia 4 diversi generi musicali che 4 diverse portate; il tutto raccontato dalle voci di due affermati speaker Campani.
    La cena sarà curata dallo Chef Ivano Picardi (Osteria del mare pesce e Champagne) che utilizzerà prodotti di eccellenza come la pasta del Pastificio dei Campi di Gragnano. La serata si concluderà in dolcezza grazie al Maestro pasticciere Salvatore Gabbiano di Pompei.

    PER AVERE ACCESSO ALL’ EVENTO È NECESSARIO INSERIRE MI PIACE ALLA PAGINA SEA TOURING CLUB NAPOLI E RICHIEDERE L’ INVITO

    Info & prenotazioni 3201513845

    ilposto_by_c-busattoVenerdì 26 maggio alle ore 21 sulla facciata di Palazzo San Giacomo
    in piazza Municipio

    Uno spettacolo tra performance e installazione con proiezioni video e scenografia di luce site-specific

    NAPOLI – Venerdì 26 maggio, con uno spettacolo di grande impatto visivo, si conclude la X edizione di Wine&Thecity 2017: sulla facciata monumentale di Palazzo San Giacomo, il palazzo del Municipio, al calar del buio andrà in scena Forme Uniche della Compagnia Il Posto Danza Verticale, la prima compagnia in Italia ad essersi specializzata nelle performance su piani verticali. Difficilmente inquadrabile in generi e categorie, lo spettacolo mescola danza, architetture e suoni, esplorando le relazioni e i confini tra performance e installazione. I corpi danzano poeticamente, sospesi a mezz’aria, volteggiano a molti metri da terra, instaurando un nuovo rapporto con lo spazio insieme alla proiezione video e alla scenografia di luce site-specific.
    La danza si spinge verso una metafora scenica delle persone perdute, delle cose che si perdono, appartenute ma non senza ritorno in un eterno pescare. Uno spettacolo che si interroga sulla ciclicità delle cose. Il corpo che danza – la sua forma unica – il cui volume è collegato allo spazio non è che il suggerimento di una forma del moto che appare in un istante per poi perdersi nell’infinito succedersi delle sue varietà”.
    Motivo d’ispirazione è Forme Uniche nella Continuità dello Spazio l’opera capolavoro dello scultore Umberto Boccioni. I costumi che si trasformano, disegnati da Lemuria e le scarpe avvolgenti Furoshiki by Vibram entrano nel gioco delle forme e completano la creazione.
    Ideato da Wanda Moretti che ne firma la coreografia, con le musiche per sax e live electronics di Marco Castelli Small Ensemble, Forme Uniche approda per la prima volta a Napoli e per celebrare il gran finale del decennale di Wine&Thecity. La serata è realizzata con il Patrocinio e la collaborazione dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Napoli che per la prima volta offre la facciata di Palazzo San Giacomo ad una esibizione ardita e altamente emozionale: lo spettacolo è stato pensato intorno al luogo della performance con una scenografia di luce che personalizza lo spazio scenico rendendolo unico. La scelta del sito è stata voluta per rendere lo spettacolo fruibile da tutti liberamente: una grande azione d’arte pubblica per la città, per chiudere la straordinaria edizione del decennale di Wine&Thecity che in tre settimane, dal 5 al 26 maggio, ha coinvolto e messo in rete più di 100 siti pubblici e privati in una festa mobile, trasversale nei linguaggi, diffusa sull’intero territorio cittadino, all’insegna del motto della rassegna: coltiviamo ebbrezza creativa.

    Info
    Venerdì 26 maggio ore 21
    Piazza del Municipio, facciata di Palazzo San Giacomo
    Ingresso libero
    www.wineandthecity.it
    ufficio stampa: www.dipuntostudio.it 081 681505

    La compagnia
    La Compagnia Il Posto Danza Verticale + Marco Castelli Small Ensemble è la prima compagnia in Italia ad essersi specializzata nelle performance site specific su piani verticali. Nasce nel 1994 a Venezia, dal sodalizio fra la coreografa Wanda Moretti e il musicista Marco Castelli, al fine di creare spettacoli in verticale che uniscano danza, architettura e musica, fondendo le drammaturgie degli spettacoli ai luoghi nei quali vengono rappresentati e inspirando così nuove idee, riflessioni e prospettive. Il Posto ha partecipato a numerosi Festival Internazionali in Italia e all’estero tra cui Singapore Arts Festival, la Defense a Parigi, Uniteatro Festival in Paranà-Brasile, International Dance Festival a Bangkok, Kuopio Dance Festival in Finlandia, Dance Pei in Reunion Island, Biennale International des Théâtres du Monde a Rabat in Marocco, Lugar a Dança Lisbona, Kaunas International Festival.

    Crediti Forme Uniche
    ideazione e coreografia Wanda Moretti
    musiche per sax e live electronics Marco Castelli
    testi Claudia Domenici
    wall performers Elena Annovi, Simona Forlani
    cinematography Yan Liang by BeautifulChemistry
    video editing Gigi Coppola
    costumi Lemuria, scarpe Vibram Furoshiki, outfit tecnico Singing Rock
    produzione Il Posto 2016, Forte Marghera
    www.ilposto.org