Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 07 nov 2014 al 07 nov 2014 alle ore:20:00

      7 Novembre Chenin Blanc, il camaleonte della Loira all’Enopanetteria con Ais Napoli

      Mancano: 7 giorni e 10:02 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 26 nov 2014 al 26 nov 2014 alle ore:20:00

      26 Novembre, Corso Sommelier di primo livello N.62 in partenza

      Mancano: 26 giorni e 10:02 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    taralliDi Valeria Vanacore
    Giovedì 23 ottobre Leopoldo ha inaugurato uno shop tutto nuovo e stracolmo di novità in via Benedetto Croce, Spaccanapoli, nel cuore del Centro Storico partenopeo. Durante l’anteprima dedicata alla stampa, in un’atmosfera profumata di taralli appena sfornati e di zucchero caramellato, Leopoldo ha deliziato tutti con le sue intramontabili leccornie servite da adorabili ragazze vestite di pois. Il nuovo negozio, destinato ad avere un gran successo grazie anche alla posizione centrale, sembra un po’ la fiabesca casa di dolciumi di Hänsel & Gretel, l’unica differenza è che vi è un team bello e sorridente in grado di soddisfare i gusti di qualsiasi palato, anche dei più esigenti!
    Ottimi i macarons, specie quelli alla nocciola, per non parlare delle calde sfogliatelle, sia ricce che frolle, e dei morbidi gelati. Un discorso a parte meritano i taralli, serviti caldi, in modo tale da apprezzare al meglio la loro fragranza. Quelli classici mandorlati, 10676219_586583084780622_7297696530636662020_n‘nzogna e pepe, non si smentiscono mai. Buoni quelli nella versione mignon ai friarielli e ai peperoni, ma la vera e propria novità sta nei croccanti e saporiti taralli mandorlati all’olio extravergine di oliva. Questa nuova versione del tarallo, lanciato in esclusiva da Leopoldo durante l’inaugurazione del nuovo shop, è racchiusa in un packaging sobrio e innovativo, atto a garantire e conservare la freschezza del prodotto. Inoltre l’uso dell’olio al posto della sugna, rende il famoso biscotto salato molto più leggero e digeribile.
    A due passi da piazza San Domenico Maggiore e da piazza del Gesù, è una tappa obbligata per chiunque voglia godere delle bellezze della città di Napoli, magari sorseggiando una bella tazza di cioccolata calda fumante da passeggio.

    Napoli festeggia con i Tre Bicchieri d’Italia.

    Pubblicato da aisnapoli il 30 - ottobre - 2014 Commenta

    DSC_9189

    Di Roberta Porciello
    Grande successo di pubblico ha ottenuto la serata organizzata dal Gambero Rosso e Città del Gusto Napoli, negli spazi della Mostra D’Oltremare, del “ritrovato” Ristorante della Piscina ai top wines d’Italia 2015. L’incontro-degustazione per l’uscita della nuova guida del Gambero Rosso “Guida ai Vini d’Italia”, si trasforma in un raffinato scambio d’idee e gusti sorseggiando il gotha del vino italiano. Circa 100 vini ognuno dei quali puntualmente presentato dal produttore o dai sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli, un giro che porta a ognuno di noi a creare il proprio percorso tra zone, vigneti, caratteristiche, differenze e il gusto personale per arrivare al proprio Top Wine. Il mio “giro” quest’anno mi ha portato in Friuli Venezia Giulia partendo dalla DSC_9150Malvasia Istriana con la versione di Damijan Podversic Malvasia 2010: giallo dorato alla vista e un naso dalla nota minerale fresca e definita con un delicato sentore di frutta a polpa gialla, il sorso caratterizzato da precisi ritorni aromatici sorretti da una buona acidità. Dalla Malvasia Istriana alla Vitovska del Carso, con Zidarich Vitovska 2010, 100% Vitovska: un abbraccio materno che parte dal colore caldo e carico fino alla sensazione avvolgente di bocca, per una beva lunga e gratificante…un sorso tira l’altro fino ad arrivare al fondo…della bottiglia naturalmente. Passando poi a un blend di Vitovska, Malvasia, Sauvignon e Pinot Grigio per l’Ograde di Skerk 2012 perfettamente raccontato dal produttore Sandi Skerk: “Dietro a un vino un‘anima.. ogni uomo ha bisogno di emozioni, soddisfazioni e gioie. Ho riscoperto sempre di più tali valori quando ho cominciato a coltivare e produrre vini secondo natura, che mi hanno avvicinato alle mie origini e al profondo legame con la mia terra, il Carso, posto dove sono nato e cresciuto.”

    DSC_9171Una bellissima serata allietata dai finger food degli chef di Città del Gusto, dalla Mozzarella di Bufala Campana DOP del Consorzio di Tutela…andata letteralmente a ruba…, la nuova realtà di Sogni di Latte un vero e proprio scrigno di bontà e per finire in dolcezza i Macarons e le Éclairs d i Giuseppe Manilia della Pasticceria Orchidea senza dimenticare gli apprezzatissimi sorbetti della Gelateria Emilio di Maratea.

    Usciamo con il vento che ci scompiglia i capelli e un’insolita leggerezza…mangiar bene e bere ancora meglio…fa bene al corpo e allo spirito.

    Interno-di-uno-dei-saloni-del-Circolo-La-Staffa.TABACCHERIA SISIMBRO di Anita Sisimbro

    presenta

    FUNGHI E SIGARI

    Venerdì 14 novembre 2014 ore 20,30

    Circolo “LA STAFFA

    presso Scuola Napoletana di Equitazione

    Via A. Beccadelli, 37 – 80125 Napoli

    Aperitivo:

    - Polenta fritta ai funghi

    - Polpette fritte ai funghi

    - Frittura mista all’italiana

    sigaro DAVIDOFF PRIMEROS

    Primi piatti:

    - Pappardelle ai funghi porcini

    - Sartu’ di riso alla napoletana “rosso”

    Secondi piatti:

    - Corona di maiale ai funghi alla “orloff”, contorni di funghi del bosco

    - Granatine al madera con patate al rosmarino e insalata novella

    Dolce: – Montebianco e frutta

    sigaro CAMACHO COROJO e CAMACHO CONNECTICUT

    L'autunnno in profumoASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli 

    L’Autunno in profumo

    Domenica 9 Novembre 2014 ore 14

    La Grotta Vineria C.so Umberto I° n. 174 Casalnuovo di Napoli

    Ticket di partecipazione € 35.00 a.p. è gradita la prenotazione.

    Per info e prenotazioni:
    Tel. 081 5224718 cell. 3277199098

    Vini in degustazione 

    Cantina Della Volta
    Lambrusco di Modena Spumante d.o.p.
    Metodo Classico

    Michele Chiarlo
    “ Le Orme” Barbera d’Asti d.o.c.g.2011 Superiore

    Villa Matilde
    “Camarato” Falerno del Massico i.g.p.
    rosso 2006

    Antipasto

    Tartina farcita con broccoli e salsiccia
    Sfera di vitello con scarole e castagne
    Boccaccio con melanzane e provola

    Primo
    Cavatelli con crema di zucca, salsiccia, profumati al tartufo nero

    Secondo
    Reale di manzo al forno, farcito con speck e
    scamorza, con castagne glassate
    Conetto di caldarroste

    Dessert
    Tortino fondente con crema di marroni al rum

    in abbinamento con Fred L. Myers and Son Co.
    Fine Jamaican rum Original Dark

    Tre Bicchieri del Gambero Rosso a Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 29 - ottobre - 2014 Commenta

    1235004_867948323240123_1642762782532278522_nDi Gennaro Miele

    Tre, i bicchieri del ”Gambero Rosso”…
    Due
    , i bicchieri che si avvicinano per un incontro sospeso nella notte.
    Uno, il senso della festa trascorsa, quello della qualità.
    zero, che la festa abbia inizio!
    Un conto alla rovescia terminato domenica sera alla Mostra d’Oltremare, uno zero scoppiato come un palloncino in una festa elegante di elementi immateriali, come luci e sfumature e suoni, che creavano l’atmosfera sospesa in cui gli assaggi dei vini, i migliori tra i tanti, hanno incontrato il gusto di una Napoli curiosa e attenta.
    E l’esigenza partenopea è stata soddisfatta da vini pieni di sapori, di sensazioni di territorio e tradizioni, vini “macchine del tempo”, come il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore del 2004, vini che hanno attraversato calendari impolverati e spazio, fino a giungere a noi dando il meglio della natura e del lavoro paziente del vignaiolo.
    Ogni bottiglia è stata la rivisitazione di uno stile, di una tradizione che non vuole interrompersi ma evolvere, affinarsi nel pensiero degli appassionati come rosso in barrique in un’Italia insolitamente unita e senza confini regionali ma solo sfumature di colori nei calici.
    10501953_867908359910786_4113303751849721367_nE se il mondo fosse immensa bottaia, fatta di attesa in penombra e silenzi, e non luogo di conflitti? Un sorso potrebbe insegnarci a riflettere e ad unirci per un solo scopo, come quello del Gambero Rosso, raccogliere i frutti di una vendemmia emotiva che non divide.
    La musica della serata contaminava una canzone dei Nirvana in una visione soft-jazz, come a dire che nulla deve restare fermo, come il progetto di portare in giro, come in un elegante eno-circo, lo spettacolo fatto di bottiglie che raccontano in dialetti diversi un’unica storia, il gusto italiano, ed è a questo che dobbiamo alzare i nostri tre bicchieri.
    Il buon vino ha vinto un’altra partita (in buona compagnia del Napoli…6-2 sul Verona, NdR)
    Foto di Tiziana Mastropasqua

    Si ritorna alla tradizione al Quartum Store

    Pubblicato da aisnapoli il 28 - ottobre - 2014 1 Commento

    DSC_9053Di Roberta Porciello
    Si riparte con le serate al Quartum store organizzate dalla giornalista enogastronomica Laura Gambacorta e ritroviamo la bottaia con il mosto in fermentazione per una cena all’insegna della tradizione napoletana. In cucina lo chef Nicola Di Filippo, per venti anni presidente dell’APCN (Associazione Provinciale Cuochi Napoli) e maestro di diverse generazioni di cuochi, con grande cuore e dalle mani d’oro; e poi il maestro pasticcere Pasquale Pesce, dell’omonima pasticceria in quel di Avella, che ci delizierà il palato a fine serata. Il tavolone in bottaia è pronto, le bottiglie di Asprinio Quartum sono in freddo e noi affamati e stuzzicati dall’odorino che esce dalla cucina. Partiamo con un grande classico della cucina partenopea: la “parmigiana tradizionale”, pochi ed elementari sapori che si completano in perfetta armonia per un gustosissimo boccone. In abbinamento uno spumante di Asprinio delle Cantine Quartum  Di Criscio per un sorso netto e pulito, dalle note agrumate e mai piacione. Si continua con una seconda entrée, l’“insalatina di pollo scomposto”, un piatto caratterizzato dal profumo di limone con il pollo a filetti adagiato su di un letto di funghi porcini, particolare il sapore e il gioco contrapposto delle consistenze.  Poi viene il turno del primo con i “maltagliati vulcanici”, un piatto dalle decise suggestioni Asprinio Quartumvesuviane con i pomodorini del piennolo che la fanno da padrone e le noci, il provolone del monaco con la colatura di alici a completamento del piatto. Per finire, e sarà difficile superarsi, si  passa alla Falanghina Campi Flegrei DOC Quartum vinificata in purezza per esaltare le caratteristiche del vitigno autoctono del territorio flegreo, che degustiamo in abbinamento a un originale  “coniglio sazio”, dalla carne tenera e compatta e ripiena di broccoli, uva passa e pinoli accompagnato da un flan di broccoli e finocchi gratinati. Dulcis in fundo con il maestro pasticcere Pasquale Pesce ci delizia con un classico della pasticceria napoletana: il babà al rum accompagnato da una crema gialla e un assaggio di panettone con mandorle e amarene, il tutto avvolto dai profumi delle erbe dell’amaro made in Naples: l’Amaro Vivese, un liquore con erbe aromatiche della macchia mediterranea fatto con un antica ricetta della signora Vivese.

    E ora cosa mai si inventerà Laura con la “truppa” di Quartum? …attendiamo fiduciosi i prossimi eventi!

    1912378_10205117188433889_7747383535920563360_nUn po’ la voglia di salutare l’Oktoberfest alla napoletana, un po’ il desiderio di sperimentare inediti abbinamenti gastro-culturali, hanno suggerito a Fabio Ditto, della Loco for Drink, e Ciro Oliva, quarta generazione degli Oliva alla Sanità, l’idea di organizzare una serata dedicata all’Oktoberfest, la birra che Paulaner lancia in questo periodo dell’anno per accompagnare la gran festa di Monaco di Baviera.
    Sarà una serata informale dedicata alla stampa per aver un assaggio in della nuova “Pizzologia Oliva” Autunno – Inverno, oltre del tradizionale fritto Oliva reinventato con i migliori ingredienti .
    In degustazione tre birre speciali come la “111″, la Strada San Felice alle castagne – per il finale dolce – ed ovviamente la Oktober Fest alla spina.

    Riservato alla stampa. Solo su invito.

    Per info e accrediti:
    Rosaria Castaldo erre.castaldo@gmail.com 335411936
    & Monica Piscitelli m.piscitelli@yahoo.com 3480063619.

    www.pizzeriaoliva.it
    Dove: Pizzeria Oliva – da Concettina ai Tre Santi

    La Pizzeria è a 10 min a piedi dalla metro CAVOUR.
    INGRESSO al BORGO VERGINI.

    VESUVIO PARKING (https://plus.google.com/111375785162303215148/about?gl=it&hl=it) 20 MT dalla pizzeria.

    GRUPPO DI SERVIZIO AIS CAMPANIA

    SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO

    il Sommelier: attualità ed evoluzione

    a cura di Luisito Perrazzo

    Miglior Sommelier d’Italia 2005

    3/11/14 Napoli c/o Hotel Ramada – Via Galileo Ferraris 40 – Napoli – ore 19,00

    4/11/14 Salerno c/o Hotel Mediterranea – Via Salvador Allende 8 – Salerno – ore 19,00

    LuisitoPerazzoLunedì 3 novembre alle ore 19 all’Hotel Ramada di Napoli e martedì 4 novembre alle ore 19 all’Hotel Mediterranea di Salerno si terrà il Seminario di Aggiornamento rivolto agli iscritti al Gruppo Servizi Regionale (GSR) dell’AIS Campania. Interverrà Luisito Perrazzo Miglior Sommelier d’Italia 2005 che introdurrà l’interessante argomento “Il Sommelier: Attualità ed Evoluzione” ai soci e ai Sommelier presenti.

    Prima dell’apertura del Seminario verranno raccolte le iscrizioni al Gruppo di servizio AIS Campania per l’anno 2014/2015. Il costo d’iscrizione al GSR per l’anno 2014/2015 è di euro 20,00.

    Le modalità di pagamento possono essere effettuate sia in contanti che tramite bonifico bancario, oppure scomputandole dai propri compensi se disponibili:

    - Contanti ( il 3/11/14 a Napoli ed il 4/11/14 a Salerno)

    - Bonifico Bancario: ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA – BCC DI CASAGIOVE – IBAN IT 91 J 08987 74840 000010330616 – causale: Iscrizione GSR 2014/2015

    - Scomputo dai compensi da ricevere (se disponibili)

    La prenotazione al Seminario è obbligatoria, indicando il luogo di partecipazione (Napoli o Salerno) entro e non oltre il giorno 31/10/14, via mail a info@aiscampania.it oppure al numero tel/fax 0823/345188